facebook rss

Saric e Caligara stratosferici,
Dionisi pericolo pubblico,
difesa ai limiti della perfezione

SERIE B - Le pagelle dell'Ascoli. Prova superlativa di tutti i bianconeri contro l'Empoli, che andava in gol da 21 gare e aveva perso una sola volta. Sottil sta raccogliendo i meritati frutti del suo lavoro. Leali salva un paio di gol ma ormai non ci fa caso più nessuno

Sabiri abbraccia Dionisi dopo il gol dell’1-0

 

Leali salva il risultato

di Andrea Ferretti

 

Leali 7 – Chiamato in causa in più di un’occasione, soprattutto nel primo tempo, si fa sempre trovare pronto. Una sicurezza.

Pucino 7 – Il terzino conferma l’ottimo stato di forma con un’altra partita di grande spessore. Si toglie anche lo sfizio dell’assist per Bajic che realizza il 2-0.

Brosco 7 – Con le buone o con le cattive argina gli attaccanti dell’Empoli, soprattutto bestione-La Mantia senza andare mai in affanno. Ammonito, salterà la prossima contro la Reggina

Avlonitis 7 – Cresce sempre di più la sintonia con Brosco, per una delle coppie di centrali più forti del campionato. Anche stavolta il greco è insuperabile.

Kragl 6,5 – Padrone della corsia sinistra, recupera tanti palloni non facendosi mai superare nell’uno contro uno.

Saric e Buchel dominatori del centrocampo

Saric 7,5 – Recupera un’infinità di palloni correndo e rincorrendo chiunque per tutta la partita. Una marcia in più rispetto ai centrocampisti avversari.

Buchel 7 – Bravo in entrambe le fasi, non va mai in difficoltà e trova linee di passaggio anche quando è accerchiato. Peccato l’ennesima ammonizione che gli farà saltare la trasferta di martedì.

Caligara 7,5 – Conferma la grande prova di Ferrara con un’altra prestazione monumentale. Suo l’assist per l’1-0 di Dionisi. Mette in mostra qualità non comuni per un ragazzo di appena 21 anni.

Sabiri 6,5 – Pochi spunti degni di nota, ma tanto sacrificio quando c’è da difendere il vantaggio e sopratttutto nel far sentire il fiato sul collo per tutta la gara a Stulac, ispiratore delle manovre avversarie.

Dionisi, pericolo pubblico per gli avversari

Dionisi 8 – Ancora una volta fa la differenza. Sblocca il risultato con un tiro forte e preciso che non lascia scampo a Brignoli. Poi tiene in costante apprensione la difesa ospite ogni volta che prende la palla. Da quando è con l’Ascoli sta vivendo una seconda giovinezza.

Bajic 7 – Nel primo tempo non sfrutta un regalo di Nikolaou e si mangia la rete del vantaggio. Si fa perdonare nella ripresa quando raccoglie l’imbucata di Pucino e batte Brignoli chiudendo la partita. Decimo in campionato, uno più pesante dell’altro. L’ultimo bianconero ad essere andato in doppia cifra è stato un certo Cacia…

Eramo (dal 29’st) 6 – Il suo innesto, al posto di Caligara, porta forze fresche in mezzo al campo. Molto utile nel conservare il vantaggio.

Bidaoui (dal 29’st) 6 – Subentra a Dionisi e si mette in mostra con qualche veloce ripartenza che mette apprensione alla difesa avversaria.

Simeri e D’Orazio (dal 34’st) S.V. – Ultimo quarto d’ora per Bajic e Kragl.

Sottil 9 – Dopo qualche sbandata iniziale, la squadra prende le misure domina la gara. Vittoria meritata contro l’Empoli imbattuto da 27 giornate, che in questo campionato aveva perso solo una volta l’1 novembre a Venezia e che andava in gol da 21 partite. Vittoria numero 100 da quando allena.

Sottil: all’allenatore la grinta non fa difetto


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X