facebook rss

Maltignano, approvato
il bilancio di previsione

L'AMMINISTRAZIONE di Armando Falcioni ha confermato le aliquote Imu e i servizi mensa e scuolabus. Qualche piccolo aumento per far fronte a spese impreviste. Tante le opere pubbliche in cantiere per i prossimi 3 anni

Il sindaco di Maltignano Armando Falcioni

Il Consiglio comunale di Maltignano ha approvato il bilancio di previsione e tutte le delibere collegate.

Il civico consesso ha dovuto far fronte ad alcune spese impreviste, tra cui un affido in struttura a seguito della decisione del Tribunale di Ascoli, per circa 27.0000 euro, e la costituzione del fondo di garanzia dei debiti commerciali, previsto dalla nuova normativa, per ulteriori 26.000 euro.

Sono state confermate le aliquote Imu, ma soprattutto le tariffe per i servizi mensa della scuola materna e il servizio scuolabus, mantenuti a livelli tali grazie ad una buona compartecipazione del Comune. Lieve aumento, impercettibile, dello 0,1% (per le spese impreviste di cui sopra) dell’aliquota addizionale comunale Irpe che passa dallo 0,7% allo 0,8%. L’impatto sul cittadino sarà di poche decide di euro. Un’aliquota che da anni, nei comuni circostanti, si attesta sullo 0,8%.

Altro punto all’ordine del giorno la presentazione del Dup 2021-2023.

LE OPERE PUBBLICHE – Sono state esposte le opere pubbliche in cantiere nel prossimo triennio, ad evidenziare come l’Amministrazione non si sia limitata all’ordinario e allo straordinario per sisma e pandemia, ma abbia anche programmato il futuro. Diverse le opera pubbliche finanziate e che vedranno la luce prima della scadenza del mandato del sindaco Armando Falcioni.

Gli interventi saranno la costruzione del nuovo municipio e la ristrutturazione del vecchio, per una spesa di 1.100.000 euro, 200.000 euro andreanno al cimitero comunale per il suo ampliamento e 95.000 euro per il suo consolidamento, 200.000 euro per i marciapiedi in via Certosa, quasi 1.000.000 di euro per gli interventi di riduzione del rischio idrogeologico in località Piane di Tronto, 270.000 euro per lavori di sistemazione stradale e mitigazione dei rischi relative ai movimenti franosi di località Molino.

Sono inoltre inseriti, per opere finanziabili in attesa della erogazione, oltre 1.000.000 di euro per il consolidamento dell’abitato in frazione Caselle soggetto a ripetuti movimenti gravitari in corrispondenza della sponda sinistra del fosso Bartolino, mentre a Caselle stanziati oltre 250.00 euro per lavori di ampliamento della scuola materna.

Infine 890.000 euro per la riqualificazione sociale e culturale dell’area urbana di Caselle con ristrutturazione edilizia del centro sportive al fine di sviluppare servizi sociali, educative, culturali e sportivi.

Non rientrano in questo piano, in quanto prossimi di affidamento di gare, il rifacimento dei marciapiedi di via Lombardia (dal semaforo a Piazza Mantova lato sud) e la bambinopoli di Caselle. In procinto di gara per affidamento dei lavori anche i 300.000 euro per la realizzazione del ponte in via dei Confini da parte della Provincia di Ascoli.

IL COMMENTO DEL SINDACO E DEL CONSIGLIERE COMUNALE DELEGATO AL BILANCIO – Così il sindaco Armando Falcioni commenta il risultato raggiunto: «Abbiamo fatto mille sforzi per far quadrare un bilancio purtroppo sempre condizionato dalle cause degli anni ’80. Ricordiamo che solo tre anni fa dovemmo liquidare circa 700.000 mila euro per l’esproprio della zona Peep del 1988 mentre lo scorso anno abbiamo riconosciuto circa 1 milione di euro per l’esproprio della scuola media, sempre di quel periodo e per il quale pende ancora una causa in corte di appello.

Sforzi finanziari che avrebbero demolito qualsiasi bilancio di comuni ben più grandi. Eppure nonostante tutto oggi parliamo di tariffe per attività sociali che sono le più basse della zona nonché di opere pubbliche di prossima realizzazione».

«Sono molto soddisfatto dell’approvazione da parte del Consiglio comunale del bilancio di previsione e del Dup, dove si vede l’indirizzo politico dell’Amministrazione nella programmazione per il prossimo futuro», afferma il consigliere delegato al bilancio Claudio Flamini, che aggiunge: «Abbiamo anche approvato il regolamento del Canone Unico Patrimoniale che sostituisce varie tasse quali la Tosap, la Cosap e le imposte sulle pubblicità».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X