facebook rss

Ciclismo dilettanti
e Open donne:
vincono Airoli e Barbieri

ASCOLI - La doppia manifestazione si è svolta nella zona industriale. Successo del "Trofeo Born To Win" e del "Trofeo Cicli Falgiani-Marco Pantani"

Il podio femminile

Doppio appuntamento con il ciclismo nella zona industriale di Ascoli. Una domenica 16 maggio caratterizzata dai trofei che hanno visto di scena sia donne (al mattino) che uomini (pomeriggio).

DONNE OPEN – Organizzata dalla “Born To Win” è andato in scena l’omonimo trofeo sulla distanza di 96 km ricavato in un anello di 6 km da ripetere 16 volte. Al via, sotto una fastidiosa pioggia, 127 atlete in rappresentanza di 25 team. Dopo un avvio soft, la corsa ha visto diversi momenti importanti da sottolineare con svariati tentativi di fuga che non sono andati a buon fine. Nel finale la corsa si ravvivava con un grande attacco proposto da Camilla Alessio (Bepink) che lasciava la compagnia del gruppo proprio negli ultimi chilometri. Guadagnava subito oltre 20 secondi e, all’attacco dell’ultimo chilometro, si presentava ancora davanti con un buon margine da amministrare. Quando sembrava fatta, a cento metri dall’arrivo, il gruppo riusciva a riprendere la fuggitiva e la volata finale premiava l’azzurra Rachele Barbieri che andava a precedere l’atra atleta della Nazionale Martina Fidanza. Terza piazza per Sara Fiorin che conquistava la vittoria anche nella categoria Juniores precedendo la marchigiana Eleonora Ciabocco.

MASCHILE ELITE E UNDER 23 – Nel pomeriggio è stata la volta del “6° Trofeo Cicli Falgiani-Marco Pantani” organizzato dalla Cicli Falgiani-Marco Pantani in collaborazione con la Calzaturieri Montegranaro. Gara sulla distanza di 110 km ricavati in un anello di 3,7 km da ripetere 30 volte con un traguardo volante posto a metà gara intitolato alla memoria di Remo Catena. Al via 50 corridori che hanno sfidato la pioggia incessante. Pronti e via e fuga di sette corridori: Motta, Berti, Riccardi, Falgiani, Airoli, Taffarel e Ciabocco. Accmulano un vantaggio di 1’45” sul gruppo e proseguono di buona lena. Il traguardo volante di metà gara è preda di Airoli che precede Falgiani e Riccardi. Dopo il passaggio di metà gara, la gara entra nel vivo e sulla testa della corsa arrivano altri 10 corridori. Le carte in tavola cambiano e, dopo il passaggio numero 19, Airoli (Gallina Ecotek Colosio) va all’attacco in solitaria. Dietro stentano a riportarsi sul battistrada che, ben protetto dai compagni di squadra, riesce a mantenere sempre un vantaggio importante. Dietro la situazione cambia, il ciclista varesino però e irraggiungibile e alla fine va a vincere in solitario. Dietro, la volata a cinque dei piazzati premia il compagno di squadra Berzi che precede Nastasi, Gazzola e Motta. Ottimo il 6° posto per Gazzellini (Calzaturieri Montegranaro) e l’8° di Lorenzo Falgiani (Cicli Falgiani-Marco Pantani). Bravi anche Di Genova, Gambuti e Castellani(Calzaturieri Montegranaro) e Carità (Cicli Falgiani-Marco Pantani).

Il podio maschile


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X