facebook rss

Samb, doppia tappa
per Roberto Renzi:
prima il sindaco e poi il notaio

SERIE C - Parte il progetto per far restare la Samb nella terza serie nazionale. Giovedì 27 maggio l'immobiliarista romano che si è aggiudicato l'asta incontra il primo cittadino, poi dovrà portare 400.000 euro dal notaio Caserta, residuo dei 540.000 previsti. Poi sotto con i debiti federali e, entro il 5 giugno, pure la fideiussione. Le risoluzioni dei contratti

 

di Benedetto Marinangeli 

 

Giovedì 27 maggio è un’altra data da circoletto rosso per il futuro della Samb. In mattinata Roberto Renzi si incontrerà con il sindaco Pasqualino Piunti per poi nel pomeriggio alle ore 17,30 ecco l’appuntamento nello studio del notaio Pietro Caserta nel corso del quale Roberto Renzi dovrà versare i 400.000 di residuo dei 540.000 con cui si è aggiudicato all’asta di lunedì il complesso aziendale del club del Riviera delle Palme. Solo dopo avere perfezionato questa fondamentale operazione, l’immobiliarista romano potrà portare avanti il progetto di salvare il titolo sportivo del sodalizio rossoblù e cioè la Serie C.

piunti

Il sindaco Piunti

E quindi affiliazione della nuova società alla Figc e pagamento dei debiti federali che ammontano ad una cifra che varia dal milione al milione e 200.000 euro. Questo perché al totale si sottraggono i 730.000 euro della fideiussioni escusse e pagate dalla Reale Mutua alla Lega Pro. Dovranno, poi, essere sottratti anche i 200.000 euro relativi alle decurtazioni degli stipendi effettuati dai calciatori che dovranno, allo stesso tempo, essere saldati con bonifici bancari per ottenerne così le liberatorie. Inoltre dovrà essere presentata anche una fideiussione di 340.000 euro per i contributi previdenziali che potranno così essere rateizzati.

Il tutto entro il 5 giugno: altra data da segnare in rosso sul calendario.

Una volta passato con buon esito questo giorno, la nuova Samb avrà tutte le carte in regola per presentare entro il 28 giugno tutta la documentazione richiesta per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie C e cioè presentando la fideiussione di 350.000 euro e la tassa relativa di 5o.000 euro. Insomma per Renzi ed i suoi soci, ancora top secret, sarà un continuo esborso di denaro.

CONTRATTI – Intanto venerdì prossimo dinanzi al collegio arbitrale del Coni si discuteranno le cinque domande di risoluzione del contratto presentate dai calciatori Lescano, Rossi, Enrici, Nobile e Occhiato. Per quanto riguarda gli altri legati anche da contratti pluriennali sarà Renzi a trattare con loro per l’ottenimento delle liberatorie. Alcuni rossoblù sono seguiti da formazioni di categoria superiore. Su Ruben Botta hanno messo gli occhi Spal e Benevento in B, ma anche il Pescara, neo retrocesso in C, ha fatto un pensierino al fantasista argentino. Sempre in B, il Lecce sembra essere interessato a Ignacio Liporace che dopo un inizio stagione da dimenticare nella parte finale del campionato si è messo in evidenza con positive prestazioni.

STAFF TECNICO – Ma l’atro passo che il patron rossoblù compirà nei prossimi giorni è quello relativo alla costituzione dello staff tecnico: l’allenatore e i suoi principali collaboratori. Decisioni che prenderà una volta definita tutta la pratica per l’ottenimento del titolo sportivo dalla Figc, l’unico primo e vero passo inderogabile da compiere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X