facebook rss

Illecito sportivo
e violazione protocolli sanitari:
Cobà P.S. Giorgio escluso
dalla A2 di calcetto

SPORT - Dopo il deferimento, il Tribunale Nazionale Federale emette un pesantissimo dispositivo. In attesa delle motivazioni, sangiorgesi esclusi dalla Serie A2, il presidente Staffolani e l’ad Bagalini squalificati per 4 anni, il medico sociale Fazio per 18 mesi

Giornate davvero da dimenticare per il Futsal Cobà Porto San Giorgio.

Dopo la sconfitta di sabato scorso per 3-1 sul campo calabrese del Polistena nella semifinale di ritorno, che ha sancito la fine dei sogni di gloria per i playoff nazionali di Serie A2, è arrivato oggi un pesante dispositivo dalla giustizia sportiva-

A renderlo noto la stessa Figc: “Il Tribunale Federale Nazionale presieduto da Roberto Proietti ha accolto il deferimento del procuratore federale, escludendo il Futsal Cobà (Calcio a 5, Serie A2) dal campionato di competenza con assegnazione da parte del Consiglio Federale ad uno dei campionati di categoria inferiore”.

La società era stata deferita per illecito sportivo, sulla base di una serie di violazione dei protocolli sanitari.

Il Tribunale Federale Nazionale ha sanzionato con 4 anni di inibizione il presidente del club Pierluigi Staffolani e l’amministratore delegato Roberto Bagalini e con l’inibizione di 18 mesi il medico sociale Paolo Fazio.

Questo è quanto esternalizzato dalle stanze della giustizia sportiva federale (vedi documento sotto). L’attesa, ora è quella di conoscere le motivazioni che saranno rese note nei prossimi giorni. Tutti elementi indispensabili per fare luce in una vicenda che ha già avuto una vasta eco fra gli addetti ai lavori. Un’autentica bomba esplosa sul mondo dello sport marchigiano, e non solo.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X