facebook rss

Regione,
potenziamento centri estivi:
fondi in arrivo ai Comuni

PRONTO il rifinanziamento del Fondo politiche per la famiglia dedicato ai centri con funzione educativa e ricreativa. L’assessore Giorgia Latini: «Azioni volte a superare le criticità emerse nel periodo pandemico»

Centro-estivo-UISP-Macerata2-325x244
Arriva l’ok dalla Regione per il rifinanziamento del Fondo politiche per la famiglia che prevede il potenziamento dei centri estivi, i servizi socio-educativi territoriali e i centri con funzione educativa e ricreativa destinati ai minori.

Lo comunica l’assessore Giorgia Latini: «Abbiamo predisposto con il servizio Politiche sociali della Regione le procedure per assegnare le risorse ai Comuni. Si tratta di un intervento che a livello nazionale ammonta a 135 milioni di euro, che serviranno a finanziare il periodo 1 giugno – 31 dicembre 2021».

Al fine di predisporre l’elenco dei beneficiari con i relativi importi, è già stata inviata ai singoli Comuni una scheda, da compilare soltanto nel caso in cui non si voglia usufruire del potenziamento dei centri con funzione educativa e ricreativa.

A questo punto la Regione procederà a stilare l’elenco dei beneficiari. Va sottolineato che i fondi arriveranno quantificati sulla base del numero dei Comuni e dei fondi disponibili e che potranno essere utilizzati da subito e fino al 31 dicembre 2021, quindi, non solo per il potenziamento dei centri estivi ma anche per tutte le attività aggregative e socio-educative che riguardano la fascia 0/17 anni.

«Questa misura nazionale – commenta l’assessore Latini – segue lo stanziamento di 750.000 euro con fondi regionali relativi all’anno 2020 e 2021 e destinati alle spese di gestione e funzionamento, per l’anno 2021, dei servizi socio educativi diurni per la fascia di età 3-18 anni e per interventi di sostegno alla genitorialità. E segue un altro importante intervento – aggiunge Latini – predisposto dalla Regione con fondi FSE aggiuntivi (3.749.986,80 di euro suddivisi nelle annualità 2021-2022-2023), anch’essi in favore dell’assistenza educativa, del sostegno alle funzioni genitoriali e del servizio socio-educativo estivo».

«Si tratta di azioni – conclude Latini – volte a superare le criticità emerse nel periodo pandemico e ad apportare un aiuto concreto alla crescita dei ragazzi e alla serenità delle famiglie».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X