facebook rss

“Finché c’è il sole”,
il centro estivo sposa
lo sviluppo sostenibile

IL PROGETTO coinvolge i bambini dei comuni di Castorano, Castel di Lama, Colli del Tronto, Offida, Spinetoli, Appignano e Castignano. Iscrizioni fino al 16 giugno, partenza il 21 giugno

Dal 21 giugno via al progetto “Finché c’è il sole”, i centri estivi dell’Unione dei Comuni della Vallata e dell’Ambito 23.

L’assessore del Comune di Spinetoli Gagliardi, il presidente dell’Unione Cardilli e il sindaco di Offida Massa

L’obiettivo è quello avvicinare i bambini allo sviluppo sostenibile e creare in loro la consapevolezza di quali siano le sfide da affrontare in futuro. La particolarità del progetto è di riuscire a mettere in parallelo teoria e pratica grazie al ruolo decisivo di musica, cultura, arte e sport.

I bambini saranno divisi in due categorie: 3-5 anni e 6 -14 anni, per totale di 25 bambini per ogni bolla. Secondo le disposizioni basterebbe un operatore ogni 15 utenti, per la fascia dei più piccoli, e ogni 20 per i grandi, ma i centri estivi dell’Unione utilizzeranno 2/3 operatori.

«Gli spazi che utilizzeremo sono comunali -spiega il presidente dell’Unione Andrea Cardilli– Verranno seguite tutte le linee guida delle direttive anti- Covid. Ci tengo a precisare l’importanza di unire le forze tra sindaci. Così nascono progetti simili. Se gli iscritti di un comune saranno pochi, c’è la possibilità di frequentare il centro estivo del comune limitrofo».

I comuni coinvolti sono Castorano, Castel di Lama (solo per la fascia di età 3-5 anni), Colli del Tronto, Offida, Spinetoli, Appignano e Castignano.

I centri estivi saranno aperti dal 21 giugno al 13 agosto, dalle 7,30 alle 13. Le iscrizioni sono aperte fino al 16 giugno.
È possibile farlo tramite anche attraverso i recapiti telefonici: 0736.892522 e 339.7372931.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X