Quantcast
facebook rss

Il Porto d’Ascoli continua
a sognare, per l’Atletico Ascoli
occasione persa

CALCIO DILETTANTI - La squadra di Ciambelli ha battuto l'Atletico Gallo nella semifinale playoff, conquistando la finalissima per l'accesso nella quarta serie. L'avversario sarà la Forsempronese, che ha avuto la meglio sugli ascolani
...

Giordano Napolano (foto Facebook Porto d’Ascoli)

di Salvatore Mastropietro

Si sono giocate ieri, domenica 14 giugno, le semifinali playoff del campionato di Eccellenza. Delle due picene impegnate nelle partite disputate, solo una sorride e può continuare a coltivare il sogno della promozione in Serie D. Si tratta del Porto d’Ascoli, che ha sfruttato al meglio il fattore campo superando al “Ciarrocchi” l’Atletico Gallo. La squadra di Ciambelli ha giocato molto meglio rispetto all’avversario, passando in vantaggio con un rigore di Henri Shiba allo scadere della prima frazione. I biancocelesti non sono poi riusciti a chiudere il match e a cinque minuti dal termine un autogol da parte di Petrini ha allungato la partita ai tempi supplementari. Il gol decisivo ai fini del risultato (2-1) è stato siglato nel primo tempo supplementare da Matteo D’Alessandro.

Una formazione dell’Atletico Ascoli (foto Atletico Ascoli)

Il Porto d’Ascoli se la vedrà domenica prossima, 20 giugno, per giocarsi un obiettivo dalla portata storica. L’avversario sarà la Forsempronese, vincitrice del girone A e dell’altra semifinale di giornata contro l’Atletico Ascoli. Alla squadra urbinate è bastato un gol per tempo per assicurarsi l’accesso alla finalissima: Barattini al 24′ e Pagliardini al 51′. Per la compagine di Aloisi resta sicuramente del rammarico dopo una gara ben giocata e diverse occasioni non sfruttate. Non è un mistero che la società ascolana avesse sperato molto ad inizio campionato nell’occasione fornita dal nuovo format del torneo, ma occorrerà riprovarci nella prossima stagione per consolidare ulteriormente un progetto sempre più affermato.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X