Quantcast
facebook rss

Futsal Askl, l’A2 si allontana:
l’Elledi Fossano si impone 6-2
nella finale di andata

CALCIO A 5 - A Caramagna Piemonte i ragazzi di mister Sapinho incassano quattro reti di scarto, tra assenze importanti e un pizzico di sfortuna. Il discorso qualificazione si complica, ma c’è ancora il match di ritorno per continuare a sperare
...

di Federico Ameli

A tre settimane di distanza dal successo con la Pro Patria, il Futsal Askl incappa in una netta sconfitta esterna in quel di Caramagna Piemonte, casa dell’Elledi Fossano, dove nel pomeriggio di ieri, sabato 19 giugno, è andata in scena la gara di andata del quarto turno dei playoff per la serie A2, penultimo atto della strepitosa cavalcata dei ragazzi di mister Sapinho verso la seconda serie nazionale che rischia ora di interrompersi proprio sul più bello.

Costretti a far fronte alle assenze pesanti di Vitinho e Maina – con anche i piemontesi privi di un paio di elementi importanti – gli ascolani si ritrovano subito sotto nel punteggio per via delle reti siglate da Zanella, Rengifo e Sandri, che hanno consentito ai padroni di casa di chiudere il primo tempo su un perentorio 3-0.

Nella ripresa, gli ospiti iniziano a farsi vedere con più costanza e convinzioni dalle parti del portiere Ganci, con la zampata vincente sottomisura di Patrik Serafim che riapre improvvisamente la gara sul 3-1. L’Elledi, però, è una squadra solida e riporta a tre le reti di distanza dagli avversari grazie alla complicità di Gianmarco Di Blasio, protagonista di una sfortunata autorete che vale il 4-1 dei padroni di casa.

Una manciata di secondi più tardi Guilherme Stefanoni pesca il jolly dalla lunga distanza riaprendo di nuovo i conti sul 4-2, ma proprio quando i ragazzi del presidente Cottilli sembrano ufficialmente rientrati in partita arriva la doccia fredda rappresentata dalla rete di Vincenti e dall’autogol di Giampiero Mindoli, autore di una prestazione come al solito molto generosa al netto della sfortuna.

Il parziale di 6-2 non può certo far dormire sogni troppo tranquilli in casa Askl, ma nulla è ancora perduto. Sabato 26 giugno, infatti, è in programma il match di ritorno al palazzetto Galosi di Ascoli, dove un ruolo importante verrà giocato anche dal pubblico di casa, chiamato a sostenere i propri beniamini verso una rimonta molto complicata ma necessaria per chiudere nel migliore dei modi la fin qui ottima annata dei ragazzi di Sapinho, coronando così il sogno della serie A2.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X