Quantcast
facebook rss

Coppa Paolino Teodori:
231 piloti in gara, 32 competono
anche per l’Europeo

ASCOLI - Presentata ufficialmente la 60esima edizione della tradizionale cronoscalata, il 26 e 27 giugno, da Colle San Marco a San Giacomo. Gli organizzatori: «Adeguamenti per garantire la sicurezza». Le istituzioni: «Importante vetrina per il territorio»
...

Coppa Teodori, la manifestazione nel 2019

 

E’ tutto pronto per la “Coppa Paolino Teodori”, che andrà in scena il 26 e 27 giugno, tra Colle San Marco e San Giacomo con 231 piloti in gara.

La 60esima edizione della cronoscalata, entrata ormai a pieno titolo nella tradizione ascolana, ma valida anche come tappa italiana del Campionato Europeo della Montagna (32 dei 231 piloti iscritti alla competizione ascolana), è stata presentata ufficialmente dagli organizzatori. Tra loro Ivo Panichi, presidente dell’Automobile Club Ascoli-Fermo, Pierluigi Terrani direttore sportivo del GS AC Ascoli e Paolino Teodori, nipote dell’ideatore dell’evento, fiduciario provinciale Acisport e componente della Commissione Salita. Presenti il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti, l’assessore comunale allo sport Nico Stallone, l’assessore regionale Giorgia Latini, Angelo Davide Galeati, presidente della Fondazione Carisap e Luigi Contisciani, presidente Bim Tronto.

Oltre alle verifiche tecniche ed il perfezionamento delle iscrizioni di venerdì 25 giugno nella base logistica di Colle San Marco, il programma dell’evento vedrà le due salite di prova sabato 26 ad iniziare dalle ore 9 e le due manches di gara domenica 27, sempre ad iniziare alle ore 9. Le premiazioni saranno effettuate invece presso il parco chiuso di San Giacomo.

Ivo Panichi

«Con la nostra valida squadra – ha detto Ivo Panichi – siamo sicuri che anche questa edizione si svolgerà nel migliore dei modi con un successo sportivo ed organizzativo. Voglio ricordare nell’occasione il mio grande amico e predecessore Elio Galanti, recentemente scomparso, con un grande grazie per tutto quello che ha fatto e ci ha lasciato».

«Grazie alla proficua collaborazione con le istituzioni abbiamo portato a termine tutte le richieste che ci sono state poste dall’ispettore Fia per adeguare il percorso, lavori sulla sicurezza passiva che sono utili anche per la mobilità ordinaria», ha ricordato Terrani.

«Acisport – sono state le parole di Paolino Teodori – si è impegnata a fondo per l’attività sportiva automobilistica in questo difficile periodo di pandemia, creando le condizioni per poter riprendere con gli eventi in sicurezza. Noi come ascolani siamo orgogliosi di questa vetrina europea per la città ed il territorio piceno, lavorando a fondo per offrire una manifestazione valida sotto tutti gli aspetti». 

Oltre a due finestre di diretta delle fasi importanti sul canale Acisport (Tv Sky 228), la gara si potrà seguire su Tvrs (digitale 111), più la diretta streaming su Facebook e su Radio Ascoli. 

Di alcuni aspetti tecnici ha parlato anche Giovanni Cuccioloni, presidente del Gruppo Sportivo AC Ascoli Piceno: «Sul pianoro di Colle San Marco, sede logistica della manifestazione, abbiamo dovuto modificare aree e criteri di accesso contingentati. Ne eravamo obbligati per assicurare i protocolli di sicurezza necessari all’organizzazione di questa gara tanto attesa. Sul percorso abbiamo lavorato a fondo coadiuvati dall’Amministrazione comunale. Importante anche il connubio con l’associazione “Terra Piloti e Motori”, nata nel pesarese e subito cresciuta a livello regionale, che si occupa di promozione dello sport motoristico e del turismo sul territorio».

Ringraziamenti agli organizzatori e soddisfazione, per il ritorno di una manifestazione considerata «un appuntamento di eccellenza ed una vetrina per il territorio», sono arrivati dal sindaco di Ascoli Fioravanti e dall’assessore Stallone. «E’ un segnale di rinascita del mondo dello sport», ha rincarato l’assessore regionale Latini.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X