Quantcast
facebook rss

In cammino ad Arquata
con i gruppi Fai Giovani del Piceno

ARQUATA - Le delegazioni di Ascoli e San Benedetto propongono una camminata di 15 chilometri all’Anello di Borgo sotto la guida dell’associazione Arquata Potest, che da anni si occupa del recupero degli antichi sentieri locali
...

 

Con il ritorno dell’estate e l’arrivo della tanto attesa zona bianca, tornano anche gli eventi in presenza organizzati dai gruppi Fai Giovani di Ascoli e San Benedetto.

I ragazzi del Fai insieme a una delegazione dell’associazione Arquata Potest

Come primo appuntamento dell’anno, i due gruppi del Piceno propongono una camminata all’Anello di Borgo, uno dei sentieri storici di Arquata del Tronto recuperati dai volontari dell’associazione Arquata Potest, in programma domenica 27 giugno.

Saranno gli stessi rappresentanti dell’associazione a guidare la passeggiata, con l’obiettivo di riscoprire, valorizzare e tenere alta l’attenzione su un territorio fragile ma al tempo stesso particolarmente ricco di bellezze naturali e storiche.

Il ritrovo è fissato alle ore 8,30 all’area Sae di Borgo 1, nelle immediate vicinanze della chiesa locale. Il percorso, che da Borgo si avvicina alle scenografiche pendici del Vettore con ampi scorci sui Monti della Laga, sarà diviso in due parti: a pranzo è prevista una sosta sulla via di Forca di Presta al rifugio Mezzi Litri con un menù a base di prodotti tipici locali, per poi fare ritorno al punto di partenza. L’itinerario, di media difficoltà e adatto a tutti, prevede una camminata di 15 chilometri, con un dislivello di circa 500 metri.

Ancor prima del drammatico sisma del 2016, l’associazione Arquata Potest ha iniziato ad occuparsi del recupero degli antichi sentieri di Arquata del Tronto. Fino agli anni ’50, questi percorsi rappresentavano le uniche vie di comunicazione per gli abitanti della zona, costretti due o tre volte l’anno a delegare diversi membri della propria famiglia a partecipare alle azioni di ripristino delle vie di comunicazione.

Per questo motivo, lungo i tracciati sono tuttora visibili splendidi selciati e muretti a secco, dichiarati Patrimonio dell’umanità dall’Unesco nel 2018. Alcuni di questi percorsi, inoltre, permettono di riscoprire autentici gioielli architettonici nascosti nella quiete di castagneti secolari, testimonianze della ricchezza culturale e spirituale dell’entroterra piceno.

In caso di maltempo l’escursione verrà rimandata a data da destinarsi. È consigliata la prenotazione, fino a esaurimento posti, al numero 347.5006575 o all’indirizzo e-mail sanbenedettodeltronto@faigiovani.fondoambiente.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X