Quantcast
facebook rss

Quintana di luglio, ci sarà il corteo:
al Campo dei Giochi 1.000 spettatori
e quasi 500 figuranti

ASCOLI - Per la notturna di sabato 10 via libera ai Sestieri sia prima che dopo la Giostra. Sessanta figuranti a testa, muniti di "green pass" anche nelle tribunette in ferro del lato est (Forte Malatesta). Per i 12 Castelli solo gonfaloniere e castellano. Venerdì 9 luglio, come sempre, il Saluto alla Madonna della Pace a Sant'Agostino. Biglietti in vendita dal 2 luglio, ma 60 verranno messi a disposizione di ogni Sestiere due giorni prima. Nessun tagliando omaggio. La novità dell'estrazione per l'ordine d'assalto dei cavalieri. La gara degli arcieri anticipata al 23 luglio
...

Mario La Rocca, Massimo Massetti, Marco Fioravanti, Massimiliano Ossini

 

di Andrea Ferretti

 

La Quintana di luglio si fa, e questo si sapeva. La novità, invece, è che ci sarà il corteo. Sia quello di andata che quello di ritorno, cioè sia prima che dopo la Giostra al Campo dei Giochi.

E’ l’annuncio del sindaco-Magnifico Messere Marco Fioravanti che oggi, giovedì 24 giugno, ha incontrato i caposestieri (Luigi De Santis P.Romana, Attilio Lattanzi P.Solestà, Matteo Silvestri P.Tufilla, Marco Regnicoli P.Maggiore, il vice caposestiere Alfredo Bartoli Piazzarola, Mariangela Gasparrini S.Emidio), insieme al presidente del Consiglio degli Anziani, Massimo Massetti (con lui anche Valeria Brunozzi e il rettore Pier Luigi Torquati membri del CdA) e poi l’ha comunicato alla stampa. Tutto, come da programma, è avvenuto a Palazzo Arengo. Ad affiancare Fioravanti ci sono lo stesso Massetti, lo speaker della Quintana Mario La Rocca e il prezioso testimonial Massimiliano Ossini, ormai secondo volto ufficiale della Quintana dopo quello storico di Tonino Orlini.

Massetti e Fioravanti

L’ANNUNCIO – E’ avvenuto nella Sala della Vittoria della Pinacoteca. La stessa che ospiterà il primo segmento quintanaro del post covid: la presentazione del Palio di sabato 3 luglio (ore 11). Quel giorno si materializzerà anche la prima parte della novità riguardante l’ordine di assalto dei cavalieri. Si estrarrà infatti l’ordine con cui i sei consoli, in occasione del Saluto alla Madonna della Pace di venerdì 9 luglio (ore 19 Piazza Sant’Agostino), tireranno fuori dall’elmo il biglietto con il numero – da 1 a 6 – che corrisponde alla posizione di partenza del proprio cavaliere il giorno dopo.

GLI SPALTI – La novità, già anticipata da Cronache Picene, è che al Campo dei Giochi i figuranti prenderanno posto anche nelle tribunette in ferro sul lato est (Forte Malatesta) oltre ai tradizionali gradoni sul lato sud.

Pier Luigi Torquati, Ilaria Isopi, Massimo Massetti, Marco Fioravanti, Massimiliano Ossini, Valeria Brunozzi, Stefano Papetti

LA RIDUZIONE – Ogni Sestiere e il Gruppo Comunale sfileranno con 60 figuranti, i Castelli con due (gonfaloniere e castellano). Il totale fa 444, ma è ragionevole pensare che in costume quattrocentesco quel giorno ci saranno quasi 500 persone, molte meno della metà rispetto a quanto avvenuto fino al 2019. Per agosto, invece, è probabile che il corteo sarà tipo pre-covid. Ovviamente tutto dipende dall’andamento della curva pandemica e, quindi, dalla responsabilità delle singole persone. Tutti i figuranti dovranno essere in possesso della “green card” che attesta l’avvenuta vaccinazione.

I RINGRAZIAMENTI – Il sindaco ha ringraziato tutti coloro che in queste ultime settimane hanno lavorato sodo per raggiungere questo risultato («questa è una vittoria, un grande risultato raggiunto da una squadra che si chiama Ascoli»). In primis il prefetto Carlo De Rogatis («si è dimostrato davvero molto costruttivo»), ma anche il Consiglio degli Anziani, i caposestieri, il segretario generale del Comune Vincenzo Pecoraro, i dirigenti comunali Loris Scognamiglio e Stefano Di Cesare, il professor Stefano Papetti direttore dei Musei civici, Ilaria Isopi dell’Ufficio Quintana. «Abbiamo fortemente voluto non spostare le date per mantenere inalterate tradizione e identità – aggiunge il primo cittadino – e questa è come una ripartenza del dopoguerra».

Il saluto dei Carabinieri a cavallo nell’agosto 2019

QUANTI CAVALLI – Altra novità. Quasi a ringraziare le istituzioni per tutto quello che hanno fatto in questo anno e mezzo di emergenza covid, il corteo della Quintana sarà aperto da quattro carabinieri e due poliziotti e 18 militari dell’Esercito a cavallo, tutti in alta uniforme.

I BIGLIETTI – Verranno messi in vendita da venerdì 2 luglio e i prezzi non sono stati ritoccati nonostante sia possibile acquistarne solo 1.000. «Abbiamo seguite le ultime linee guida del Governo datate 1 giugno» spiega emozionato Massetti. Di questi 1.000 biglietti, per 360 verrà esercitato il diritto di prelazione da parte dei Sestieri che potranno venderli nei due giorni che precedono l’apertura della biglietteria di Piazza del Popolo: mercoledì 30 giugno e giovedì 1 luglio. Poi una bella notizia: quest’anno non esistono biglietti omaggio. Ci voleva il covid…

LE DIRETTE – Chi resterà fuori dal Campo dei Giochi avrà la possibilità di seguire la diretta che verrà assicurata su Facebook da “Xentek” e in tv da “VeraTv”. Per la Quintana di agosto confermata invece la diretta Rai dalle ore 18 alle 18,55.

GLI ARCIERI – In attesa di ulteriori dettagli sulla Quintana di domenica 1 agosto, e in vista di questo “banco di prova” del 10 luglio, è stato deciso che la gara degli arcieri verrà anticipata dal 26 a venerdì 23 luglio.

IL CORTEO – I Sestieri si sono tuffati subito al lavoro. La fase operativa entra nel clou ed è un pò una corsa contro il tempo. Nei prossimi giorni il coreografo Mirko Isopi incontrerà i Sestieri presentando loro un corteo-tipo. A tal proposito Massetti spiega che «è previsto un numero minimo ma congruo di musici, altrimenti il corteo non avrebbe senso».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X