Quantcast
facebook rss

V’vtella, l’incubo Covid
cancella anche l’edizione 2021

CASTORANO - Il comitato della manifestazione ha stabilito all’unanimità di rinviare l’evento a tempi migliori. Si tratta del secondo anno consecutivo di stop per una delle manifestazioni più attese dell’estate picena
...

Non c’è tregua per la V’vtella, che dopo il rinvio forzato dell’edizione 2020 causa emergenza sanitaria anche quest’anno appare destinata a lasciare un vuoto difficilmente colmabile nel calendario estivo del Piceno.

Una delle ultime edizioni della manifestazione

Con l’arrivo della variante Delta nel Piceno e la preoccupante risalita dei contagi, il comitato organizzatore ha infatti ritenuto opportuno annullare all’unanimità anche l’edizione 2021.

«Anche se le maglie delle restrizioni sembrano essersi allentate – dichiarano gli organizzatori – abbiamo deciso di non affrontare con leggerezza la questione.

La V’vtella è vicinanza e aggregazione, a partire dalla sfilata fino alla distribuzione del cibo e al successivo evolversi della festa. Il comitato ha ragionato su tutte le possibili misure di sicurezza e le eventuali soluzioni da adottare, ma ci siamo resi conto dell’impossibilità di proporre una versione ridotta della V’vtella, che farebbe venir meno il suo spirito originario e autentico».

Nulla da fare, dunque, per residenti e storici visitatori da tutta la provincia, che a quasi due anni di distanza dall’ultima volta iniziavano a pregustare la possibilità di fare ritorno a Castorano per uno degli appuntamenti più attesi del Ferragosto made in Vallata.

«Sono ancora troppe le incertezze legate al momento storico – concludono gli organizzatori – come anche i possibili rischi in cui si potrebbe incorrere. Per questo motivo, nel rispetto di chi ogni anno ha scelto Castorano per trascorrere il 14 agosto in amicizia e allegria, abbiamo deciso di annullare l’edizione 2021.

Siamo consapevoli della possibilità che una scelta del genere possa non essere condivisa dai più, ma l’obiettivo principale resta la salvaguardia delle persone. Ci auguriamo davvero che si possa tornare presto a una serena normalità».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X