Quantcast
facebook rss

Malati reumatici,
Amar arriva anche nel Piceno

SAN BENEDETTO - La sede scelta dall'associazione è quella dell’ospedale "Madonna del Soccorso", dove tanti malati affetti da patologie immunoreumatologiche hanno bisogno di essere supportati e difesi per poter continuare le loro terapie. Le iniziative messe in campo
...

Un mese sono state costituite due nuove sezioni provinciali dell’Associazione Malati Reumatici delle Marche. Ed è San Benedetto del Tronto la città scelta per la sede del Piceno. Proprio dove sono in cura – presso l’ospedale “Madonna del Soccorso” – tanti malati affetti da patologie immunoreumatologiche che hanno bisogno di essere supportati e difesi per poter continuare le loro terapie.

Foto scattata nel reparto di Medicina dell’ospedale di San Benedetto con il personale medico

La nascita della sede sambenedettese di Amar – di cui è responsabile Daniela Lattanzi, supportata da Ofelia Cossignani e Candida Esposito – rafforza quindi la presenza sul territorio piceno delle associazioni che operano in difesa delle malattie reumatologiche, come il Gils (Gruppo italiano per la lotta alla sclerodermia), con cui Amar continua a collaborare a favore di malati che, proprio perché affetti da malattie rare, hanno ancora più bisogno di supporto.

Sono già due le richieste formali portate avanti dalla nuova sezione. La prima, sottoscritta anche da Gils e Anmar, per segnalare all’Asur le criticità di assistenza al malato reumatico nell’Area Vasta 5, in particolare quelle relative ai malati di sclerosi sistemica. «In particolare – si legge nella lettera ufficiale – allo stato attuale risulta sempre più difficile garantire a questi pazienti un’adeguata presa in carico e soprattutto la continuità terapeutica. Nonostante le rassicurazioni ricevute in più occasioni da parte della direzione medica del Presidio ospedaliero di San Benedetto, di fatto la situazione non è stata ancora definitivamente risolta».

Con la seconda richiesta al direttore dell’Area Vasta 5 Cesare Milani e al direttore del presidio ospedaliero Giancarlo Viviani, è stata chiesta l’autorizzazione per i volontari a prestare la propria opera a sostegno dei malati reumatici al “Madonna del Soccorso”, in particolare nei reparti di Medicina interna e Immunoreumatologia.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X