Quantcast
facebook rss

Ricorso sulla parità di genere,
«legittima la nomina della giunta»

SENTENZA - Il Tar ha ritenuto che il governatore Francesco Acquaroli abbia agito correttamente nella scelta dei propri assessori
...
Regione-aeroporto-Baldelli-Acquaroli-Signorini-DSC_0762-650x433

Francesco Acquaroli

 

Legittima la nomina della giunta regionale, «respinto oggi dal Tar Marche il ricorso sulla parità di genere».

«Sono pienamente legittimi gli atti con i quali il presidente della Regione Francesco Acquaroli, a seguito delle elezioni del 20 e 21 settembre 2020, ha nominato la giunta regionale ed ha assegnato le deleghe agli assessori» dice la Regione in una nota.

Lo ha sancito il Tar Marche con la quale il giudice amministrativo ha respinto e dichiarato infondato nel merito il ricorso presentato da alcuni ricorrenti, confermando così la legittimità della composizione della giunta regionale delle Marche che vede la presenza di una donna tra gli assessori, in coerenza con le previsioni dello Statuto regionale. Il Tar ha evidenziato come il presidente della Regione abbia rispettato l’articolo 7, comma 2, dello Statuto regionale, il quale prevede la garanzia della rappresentanza di entrambi i sessi, ottemperata dalla presenza di una donna.

La Giunta regionale risulta formata in modo perfettamente aderente alla legge.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X