Quantcast
facebook rss

Italia-Inghilterra, c’è la finale
L’appello anti Covid del sindaco:
«Tifare con responsabilità»

ASCOLI - Appuntamento alle 21 con l'atto finale degli europei di calcio. In tanti pronti a trepidare davanti agli schermi. Ma occorre prudenza, come ricorda il primo cittadino Marco Fioravanti: «Siamo nel mezzo di una emergenza pandemica, evitiamo assembramenti e atteggiamenti che possono farci pagare pegno nelle prossime settimane»
...

L’appuntamento con la storia (calcistica) è per le 21. Italia-Inghilterra, finale dei campionati europei. I nostri non ci arrivavano da tempo immemore ed ora sono lì grazie al mister marchigiano Roberto Mancini. I sudditi della regina invece peggio, non ci erano arrivati mai.

Il sindaco Fioravanti col fratello Andrea

Sfida epocale. La prima di questo genere a tenersi durante una pandemia, quella da Covid. Ciò nonostante in tanti sono pronti davanti agli schermi, in tutta la nazione. Pronti a esplodere o a rattristarsi. Comunque, in ambo caso, il denominatore comune è uno solo: prudenza. Anche e soprattutto tra le cento torri, col Piceno che vive una situazione particolare a livello di numero di positivi.

«Stasera tiferemo tutti Italia ma cerchiamo di sostenerla insieme ricordandoci che siamo nel mezzo di una emergenza pandemica -spiega il sindaco Marco Fioravanti-. L’appello che rivolgo a tutti i cittadini è quello di tifare con responsabilità, dobbiamo evitare assembramenti e atteggiamenti che possono farci pagare pegno nelle prossime settimane. Stiamo vivendo una situazione complessa perché ci sono molti nuovi contagi, quindi massima attenzione. E sempre forza Italia».

Lu. Ca. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X