Quantcast
facebook rss

Anziana truffata da finti tecnici del gas: dal bancomat spillati 900 euro

DUE GIOVANI hanno suonato alla sua porta chiedendo di poter controllare la caldaia. Avviate le indagini da parte della Polizia. E' accaduto a Senigallia. Più scaltro il 78enne che ad Ancona non è fatto raggirare dalla "truffa dello specchietto" messa in atto da un 25enne, aiutando i Carabinieri a rintracciarlo e denunciarlo
...

 

Pochi giorni fa, ad Ancona, un arzillo 78enne non solo non è caduto nella rete della truffa dello specchietto, ma anche riuscito a mettere in condizioni i Carabinieri di individuare e denunciare il 25enne – origini rom e residente in Sicilia – che aveva tentato di raggirarlo.

Non ha avuto invece la stessa sorte l’anziana di Senigallia dinanzi alla quale si sono presentati due fantomatici tecnici del gas. Due giovani che hanno suonato alla sua porta spiegandole di essere addetti al controllo di eventuali perdite.

Le hanno chiesto di poter entrare per effettuare il controllo della caldaia esterna e, una volta sul balcone (dove era collocata) hanno proceduto a un finto controllo spiegandole che c’erano delle perdite e che quindi era necessario installare un apparecchio il cui costo era di qualche decina di euro.

L’avrebbe potuto pagare direttamente con il bancomat senza dover uscire di casa per effettuare il prelievo.

Alla fine dell’intervento-truffa, i due malviventi hanno inserito come importo la somma di 900 euro senza che la signora se ne accorgesse fino a quando non le è arrivato il messaggio dell’avvenuto pagamento. A quel punto la poveretta ha capito tutto, ma era troppo tardi: i due se n’erano andati facendo perdere le tracce.

All’anziana non è rimasto che recarsi al Commissariato di Polizia per sporgere denuncia. Subito avviate le indagini per risalire e identificare i due truffatori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X