Quantcast
facebook rss

Fashion Mood: «La virtù
permette agli uomini
di non soccombere alle calamità»

GROTTAMMARE - Con queste parole il sindaco Piergallini ha riassunto lo spirito della manifestazione firmata Cna del Piceno e che ha visto il debutto della neo presidente Arianna Trillini, in un impeccabile organizzazione a prova di green pass. Gli interventi delle autorità presenti e le foto
...

Senza la virtù gli uomini soccomberebbero alle calamità: citando Macchiavelli, il sindaco di Grottammare Enrico Piergallini riassume lo spirito di Fashion Mood, la sfilata delle eccellenze dell’artigianato marchigiano, andato in scena lo scorso venerdì 6 agosto.

La kermesse organizzata dalla Cna del Piceno, con il debutto della neo presidente Arianna Trillini, ha visto sfilare le creazioni moda e accessori di aziende che hanno ricevuto il plauso delle autorità presenti per non essersi arrese agli effetti devastanti della pandemia.

«Anzi – ha ricordato il direttore Francesco Balloni, direttore della confederazione provinciale – come ogni anno, sono riusciti ad esprimersi in chiave innovativa.

Questo per noi di Cna rappresenta uno stimolo, per andare avanti, e sentiamo tutta la responsabilità, nel continuare a sostenerle».

Responsabilità che non è venuta meno con l’applicazione delle norme anti Covid e l’esordio del green pass, verificato dalla serrata griglia all’ingresso.

«Una serata magnifica – sono state le parole di Arianna Trillini, ed il riferimento era anche alla suggestiva location, riaperta dal Comune di Grottammare per l’occasione – per dare lustro ai nostri artigiani ed alla loro arte, in un connubio vincente di abilità manuali, innovazione e modernità. Abbiamo preso in prestito le glorie dei nostri atleti (Europei di calcio e medaglie alle Olimpiadi, ndr) per essere fieri di essere italiani e, ancor di più, marchigiani». 

L’invito a reiterare la manifestazione a Grottammare il prossimo anno, dove si è svolta per tre edizioni consecutive con lo stop dello scorso anno per l’emergenza Covid, è arrivato corale e accorato sia dal sindaco Piergallini che dall’assessore Lorenzo Rossi. 

«In base al codice civile l’artigiano è colui che nell’azienda mette soprattutto la propria prestazione personale – ha ricordato l’assessore regionale Guido Castelli  – e per questo, le persone e aziende artefici di queste creazioni vanno ringraziati. Per loro pandemia non è stato un gioco, ma un periodo da incubo. Eppure ce l’hanno messa tutta per essere qui stasera, cancellando come d’un tratto quanto hanno passato negli ultimi due anni».  

Il ringraziamento per chi ha continuato a credere nell’artigianato,  nonostante tutto, è arrivato anche da Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio Marche: «Oggi l’artigianato regionale riparte guardando al futuro con fiducia ed a ricordare che il bello e ben fatto, nasce proprio dai nostri laboratori».

Un bel momento, a proposito di innovazione, è stato quello riservato agli studenti dell’Iis “Fermi Ceci Sacconi”, settore moda, ed ai giovani stilisti delle Marche, che si sono distinti nella kermesse organizzata da Federmoda “Ricerca Moda e Innovazione”. Premiati la sambenedettese Nella Rossi, finalista su 1.500 proposte, ed il vincitore  Filippo Francia di Ripe San Ginesio (Macerata).
Un particolare riconoscimento è stato consegnato a Doriana Marini, presidente regionale Federmoda, per l’impegno della sua azienda Dienpi.

Tante altre le autorità presenti, tra cui i comandanti della Capitaneria di Porto, del Commissariato di Polizia e della Compagnia dei Carabinieri di San Benedetto e l’onorevole Giorgio Fede.

Una serata anche di danza e musica, presentata da Cinzia Poli, Marco Moscatelli e dalla “Iena” Andrea Agresti.

m.n.g.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X