Quantcast
facebook rss

Piano di ripresa e resilienza,
due incontri per sviluppare
progetti di welfare

L'INIZIATIVA è del Comune di Ascoli, capofila dell'Ats 22. Gli appuntamenti sono per il 3 e 4 settembre
...

 

Il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza rappresenta un piano con obiettivi generali che orientano la pluralità delle azioni strategiche, attraverso massicci investimenti pubblici da realizzare nell’arco temporale di riferimento 2021-2026 che assume l’obiettivo di modernizzare e rafforzare il potenziale di crescita della società italiana e affrontare le sue criticità storiche.

Il Comune di Ascoli e l’Ambito territoriale sociale 22, in collaborazione con “Prometeo sas di Giorgio Bisirri & Partners”, nell’ambito del progetto “R3 – Resilienza, Riutilizzo e Riattivazione dei capitali urbani”, promuove due giorni di Social Innovation Labs, organizzati quali opportunità di progettazione partecipata condotta con metodologie di Design Thinking.

L’iniziativa “Le opportunità per un welfare cogenerativo: Pnrr e nuova programmazione”, organizzata sotto la regia del Comune di Ascoli, quale capofila dell’Ats 22, si inserisce in questo contesto e nei due giorni di programmazione, previsti per venerdì 3 settembre dalle ore 15,30 alle 18,30 e sabato 4 settembre dalle 9,30 alle 13, nella sala della Vittoria, nella Pinacoteca di Ascoli,  ci saranno due incontri di co-progettazione in grado di coinvolgere attivamente tutto il sistema degli stakeholders territoriali per contribuire ad innovare le politiche di welfare.  (Leggi il programma)

Gli obiettivi sono quelli di  condividere le molteplici opportunità di finanziamento connesse all’avvio della programmazione europea 2021-2027 e del correlato Pnrr Italia, identificare le priorità progettuali e programmatiche per il sistema di welfare territoriale, costruire un piano di azione unitario, in grado di coinvolgere tutti gli attori territoriali e migliorare la capacità di mobilitare le risorse che si renderanno prossimamente disponibili per la coesione sociale ed economica.

Accanto al Comune, ci saranno anche Aipas Marche, Fondazione Carisap, Regione Marche, le organizzazioni del terzo settore, le consulte comunali, in un’ottica di rete che è fondamentale nella realizzazione delle politiche sociali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X