Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook rss

Ennesimo dramma nel cantiere,
Luigi Fares muore dopo una caduta
da oltre tre metri

MONTEFORTINO - All'arrivo dei soccorritori il 56enne di Monsampolo del Tronto era già privo di coscienza. Disperati i tentativi di rianimazione durati quasi un'ora. Purtroppo, alla fine, in sanitari non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso
...

 

di Paolo Paoletti e Maria Nerina Galiè 

Inutili tentativi di salvare l’uomo caduto da oltre 3 metri

 

Tragedia nel pomeriggio di oggi, attorno alle 16, a Cese di Montefortino, una piccola frazione del comune montano, in provincia di Fermo, a due passi da quella di Ascoli.

Il 56enne Luigi Fares residente a  Monsampolo del Tronto, ha perso la vita dopo una caduta da un’altezza di circa tre metri e mezzo.

L’incidente è avvenuto in un cantiere edile privato. Subito i presenti hanno dato l’allarme mobilitando la macchina dei soccorsi.

Ad intervenire per primi, coordinati dalla centrale operativa del 118 di Ascoli, un equipaggio della Croce Rossa dei Sibillini di Comunanza che ha subito constatato la gravità delle condizioni dell’uomo.

Sul luogo dove si è consumato il dramma è giunto un medico straniero ma residente nella zona, che era stato allertato dall’arrivo dei soccorsi e dalle sirene.

Nel frattempo sono arrivati i sanitari (medico e infermiere) della Potes di Amandola che hanno continuato con le manovre salvavita.

Intanto la centrale operativa del 118 ha richiesto l’intervento dell’eliambulanza e Icaro 2 è atterrato poco dopo sul luogo dell’incidente.

Sul posto è stato tempestivo anche l’intervento dei Carabinieri della Stazione di Amandola e dei colleghi del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Montegiorgio, coordinati dal capitano Massimo Canale.

Insieme a loro anche il personale dello Spsal – il Servizio prevenzione sicurezza ambienti di lavoro dell’Asur – che dovrà ricostruire, insieme ai Carabinieri, la dinamica di quanto accaduto. 

All’arrivo dei soccorritori l’uomo era già privo di coscienza. Disperati i tentativi di rianimazione durati quasi un’ora. Purtroppo alla fine non si è potuto fare altro che constatarne la morte. L’eliambulanza, purtroppo, è infatti ripartita senza nessun ferito a bordo alla volta dell’ospedale regionale “Torrette” di Ancona.

Luigi Fares non era sposato e lavorava da oltre trent’anni per la ditta che stava svolgendo questo lavoro a Montefortino. Luigi a Monsampolo era una persona molto conosciuta. La notizia della tragedia ha in breve fatto il giro del paese, e non solo, dove la gente è rimasta incredula e fortemente colpita dalla disgrazia che si è abbattuta sulla piccola comunità monsampolese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X