Quantcast
facebook rss

“Ruote nella storia”,
successo della tappa
con doppia partenza
da Ascoli e Fermo

GROTTAMMARE - L’antico borgo del centro rivierasco ha accolto le 35 auto d’epoca dopo il doppio percorso che ha toccato diversi centri dell’entroterra
...

Gli organizzatori: primo a sinistra Ivo Panichi, primo a destra Stefano Vitellozzi, presidente e direttore dell’Aci Ascoli-Fermo

 

L’antico borgo di Grottammare ha segnato l’arrivo delle 35 auto d’epoca che hanno partecipato all’edizione 2012 di “Ruote nella Storia”, tour di raduni nazionali dedicato ai cultori e possessori di vetture d’epoca promosso dal Club Aci Storico, in sinergia con l’associazione “I Borghi più Belli d’Italia”, nell’eventi organizzato dall’Automobil Club di Ascoli-Fermo.

Le auto pronte al via in Piazza Arringo (Ascoli)

Numerose le persone che hanno assistito alle due partenze avvenute ad Ascoli (Piazza Arringo) e Fermo (Piazza del Popolo). Nel capoluogo piceno il via è stato dato dal presidente e dal direttore dell’Aci Ivo Panichi e Stefano Vitellozzi. A Fermo ci ha pensato il vice presidente dell’Aci Alessandro Bargoni. Durante il percorso, ad Offida, i saluti del sindaco Luigi Massa e dell’assessore Cristina Capriotti. Punto d’arrivo il vecchio incasato di Grottammare, dove a fare gli onori di casa agli equipaggi c’era l’assessore comunale Alessandra Biocca.

Il presidente Ivo Panichi: «Abbiamo scelto Grottammare perché si trova in un punto baricentrico rispetto ad Ascoli e Fermo, ma anche perché è un borgo meraviglioso che dispone di attrazioni naturalistiche e luoghi di interesse artistico e storico incredibili. Abbiamo sempre ritenuto che il motorismo si possa coniugare perfettamente con le peculiari bellezze di cui è ricco il nostro Paese, bellezze straordinarie e grandi testimonianze del passato. Promuovere il territorio attraverso le giornate trascorse rimettendo in moto delle meravigliose automobili rappresenta la chiave del successo e dei consensi sempre crescenti che “Ruote nella Storia” riscuote in tutta Italia».

Tra le varie auto d’epoca, da evidenziare la presenza di un’Alfa Romeo 6C 1750 Sport del 1929 di Luigi Olivieri, la Fiat 1100 del 1948 di Dante Di Giannuario, la Fiat 1100 Cabriolet Lingotto del 1948 di Ferruccio Benvenuti, la Lancia Ardea 1100 del 1950 di Giovanni Fasciani, oltre ad altre MG, Porsche, Jaguar, Volkswagen, Triumph. Tra i partecipanti anche Mario Laureati, vice presidente dell’Aci Ascoli-Fermo, con un’Alfa Romeo GTV/1972, la delegata Aci di San Benedetto (Loretta Stracci con una Volkswagen New Beetle del 1973) e il delegato Aci di Porto San Giorgio (Simone Capriotti con una Fiat 1500 del 1964).

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X