Quantcast
facebook rss

“Rally anch’io”,
sport e integrazione a tutto gas

ASCOLI - Presentata l’iniziativa dedicata ai ragazzi con disabilità promossa dall’Arengo in collaborazione con la Picena non Vedenti, l’Aci e la squadra corse Gabrielli Motor Sport. Appuntamento domenica 24 ottobre nel piazzale dello stadio Del Duca per le emozioni delle quattro ruote rivisitate in chiave sociale
...

 

di Federico Ameli

 

Una giornata all’insegna dei motori e delle emozioni forti, nel segno dell’inclusione. Sport e sociale si incontrano per Rally anch’io, l’iniziativa promossa dall’associazione Picena non Vedenti in collaborazione con il Comune di Ascoli, l’Aci, la squadra corse Gabrielli Motor Sport e il gruppo sportivo Ac che domenica 24 ottobre consentirà ai ragazzi con disabilità di vivere un’indimenticabile esperienza sulle quattro ruote al fianco di piloti professionisti.

Gli organizzatori alla presentazione dell’evento

«Si tratta di una manifestazione in cui crediamo molto – spiega l’assessore comunale allo Sport, Nico Stallone – e che, come nel recente caso dell’ingresso gratuito allo stadio concesso a oltre 100 disabili, dimostra come il Comune di Ascoli voglia andare oltre le barriere e le difficoltà del quotidiano con l’importante sostegno di associazioni e realtà sportive cittadine».

Un’iniziativa senza dubbio innovativa per il territorio, rivolta non solo ai ragazzi non vedenti ma a tutto il mondo della disabilità. A partire dalle 10 di domenica, il piazzale dello stadio Del Duca ospiterà tre auto da corsa – una Clio, una Mitsubishi e un’Alfa Romeo – e altrettanti box dedicati, offrendo ai partecipanti la possibilità di vivere il brivido dell’alta velocità.

«Continueremo finché ci saranno benzina e gomme – spiegano Maurizio Curzi e Pierluigi Terrani del gruppo sportivo Ac -. Abbiamo accettato molto volentieri di partecipare, salire su una macchina da corsa è sempre emozionante. Cercheremo di mettere in contatto due mondi apparentemente paralleli, ci sarà da divertirsi. Oltretutto, l’iniziativa si sposa perfettamente con la campagna di educazione stradale #Rispettiamoci promossa dall’Aci».

Grande attesa, dunque, per la prima edizione di una manifestazione che per i prossimi anni punta a crescere e a consolidare il rapporto tra sport e sociale, un binomio che negli ultimi tempi l’Arengo sta cercando di proporre con una certa continuità.

«Un evento nuovo di zecca – dichiara l’assessore comunale alle Politiche sociali, Massimiliano Brugniche dimostra ancora una volta la grande sensibilità della Picena non Vedenti e dell’Aci. Ascoli sta lanciando dei bei segnali da questo punto di vista, vogliamo proporre sempre più iniziative di questo genere».

«Si tratta di un’idea già messa in pratica altrove che abbiamo cercato di riproporre anche nella nostra città – raccontano Marco Piergallini e Giovanni Palumbieri, presidente e allenatore della squadra di torball della Picena non Vedenti -. Abbiamo avuto una buona risposta da parte dei ragazzi con disabilità, che verranno ad Ascoli per visitarla provare l’adrenalina delle macchine da corsa».

Non resta dunque che sperare nel bel tempo, ma gli organizzatori sapranno farsi trovare pronti anche in caso di pioggia. «Metteremo le gomme da bagnato» scherza Stallone.

La locandina dell’evento


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X