Quantcast
facebook rss

La ‘ndrangheta penetra nell’Ascolano:
anche in provincia arrestate persone
coinvolte nell’operazione “Atto finale”

QUINDICI le persone in carcere. Le manette di Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza sono scattate all'alba di oggi, lunedì 25 ottobre, pure nelle province di Reggio Calabria, Brescia, Milano e Cremona. L'indagine è coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Brescia. I reati parlano di usura ed estorsione commessi con metodo mafioso
...

 

All’alba di oggi, lunedì 25 ottobre, è scattato il blitz dell‘Operazione “Atto finale”. Anche nella provincia di Ascoli, oltre che in quelle di Reggio Calabria, Brescia, Milano e Cremona, Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza di Brescia, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Brescia, hanno arrestato quindici persone inserite in “contesti di criminalità organizzata di stampo ‘ndranghetista”.

Sono gravemente indiziati, a vario titolo, di usura ed estorsione commessi con metodo mafioso. L’attività degli investigatori – diretta dal piemme Roberta Panico della Direzione Distrettuale Antimafia di Brescia, insieme con i sostituti procuratori Erica Battaglia e Carlotta Bernardini – negli ultimi mesi, anche quelli del lockdown, ha permesso di documentare presunte condotte intimidatorie ed estorsive, come accordi e pagamenti usurari accompagnati da pressioni e pretese economiche ad alcuni imprenditori. Ma anche accordi per la spartizione degli illeciti guadagni, nonchè richieste di protezione criminale e gravi situazioni di esposizione a rischio per l’incolumità individuale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X