Quantcast
facebook rss

Provincia, il presidente
ora è Daniele Tonelli:
il 3 novembre approvazione
del bilancio o commissariamento

ASCOLI - Il presidente del consiglio comunale di Folignano ha chiesto la revisione della graduatoria per designare il sostituto di Fabiani, individuato prima in Luigi Capriotti. La reazione del coordinatore di Fratelli d'Italia Antonio Vagnoni
...

 

Daniele Tonelli

Ha tenuto la poltrona di presidente della Provincia di Ascoli per sole due settimane il vice sindaco di Acquasanta, Luigi Capriotti, succeduto a Sergio Fabiani, decaduto poiché ex sindaco di Montegallo. Al posto di Capriotti è subentrato Daniele Tonelli, presidente del Consiglio comunale di Folignano.

Il cambio della guardia a seguito della verifica della graduatoria, chiesta dallo stesso Tonelli.

Tonelli rimarrà in carica fino alle prossime votazioni per il rinnovo del Consiglio provinciale, previsto per il prossimo 18 dicembre.

Subito, per il nuovo presidente della Provincia di Ascoli, una questione da risolvere come l’approvazione del bilancio. Due sedute sono andate a vuoto per il mancato raggiungimento del numero legale.

L’ultima possibilità, per evitare il commissariamento, l’appuntamento del 3 novembre. 

Palazzo San Filippo, sede centrale della Provincia di Ascoli

Tra le reazioni a quanto accaduto a palazzo San Filippo, Antonio Vagnoni, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, che chiede le dimissioni del segretario generale. 

«La sinistra – si legge in una nota a sua firma – continua a dimostrare la propria incompetenza. Luigi Capriotti, che non ha mai chiesto posti né ruoli, era stato indicato come consigliere anziano per succedere al presidente della Provincia, accettando per spirito di servizio.

Ora la Provincia smentisce se stessa e il consigliere anziano non è più Capriotti ma Tonelli.

Capriotti si fa ovviamente da parte ma appare evidente come la sinistra sia allo sbando, divisa, frazionata, incapace di governare una fase così complicata per il nostro territorio.

Tutto questo dimostra la grande incompetenza della sinistra che ha guidato, e continua a guidare, la Provincia. In questo senso, alla luce di come è stata gestita tutta la vicenda del passaggio di consegne per la presidenza, chiediamo le dimissioni del segretario generale della Provincia perché in questa circostanza ha dimostrato incompetenza.

Anche la strumentalizzazione del Pd sulla questione rifiuti è vergognosa, perché la verità è che il centrosinistra ha governato la Provincia in questi anni e non ha voluto pianificare, quindi devono prendersi le loro responsabilità. Ora la Provincia rischia il commissariamento, se non verrà approvato il bilancio: noi faremo la nostra parte con grande senso di responsabilità».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X