Quantcast
facebook rss

Premio Marche,
doppia mostra al Forte:
viaggio da De Dominicis a Cecco

ASCOLI - Il doppio evento espositivo sarà aperto fino alo 27 marzo. Tra le altre, opere di Schifano, De Chirico, Fontana, Francesco, Cattelan, Pistoletto e Pericoli
...

L’inaugurazione della mostra al Forte

Erranti, erotici, eretici. E’ ciò che accomuna Gino De Dominicis e Cecco d’Ascoli, che hanno ispirato le due mostre del Premio Marche 2021, edizione nazionale, appena inaugurato al Forte Malatesta.

Affollata la sala durante la presentazione con l’assessore alla cultura Donatella Ferretti, i curatori Andrea Bruciati e
Stefano Papetti, e Stefano Tonti, presidente Amia che organizza il premio.

La mostra “Il tempo, lo sbaglio, lo spazio: Gino De Dominicis”, vanta molte opere grafiche del maestro di Ancona e quadri di Mario Schifano, Giorgio De Chirico, Lucio Fontana, Francesco Clemente, Sandro Chia, Mimmo Paladino, Maurizio Cattelan, Michelangelo Pistoletto e tanti altri, oltre ai marchigiani Osvaldo Licini, Scipione, Claudio Cintoli, Maurizio Mercuri, lo jesino Lorenzo Morri e il sanbenedettese Alessandro Fogo.

Poi nei locali dell’ex convento di suore, la monografica “Omaggio a Cecco d’Ascoli” ispirata al poeta, astronomo, contemporaneo di Dante, arso vivo con i suoi libri, per decisione dell’Inquisizione romana, a Firenze.

Qui troviamo opere di Omar Galliani (ex docente Accademia Belle Arti di Urbino), Marco Del Re, Giosetta Fioroni e tanti altri, oltre agli artisti marchigiani Tullio Pericoli, Pino Mascia (Accademia Belle arti di Urbino), Paolo Annibali, Stefano Tonti e Andrea Chiesi (Accademia Belle Arti di Macerata), Paolo Benvenuti e
Valeriano Trubbiani.

Il Premio Marche è aperto fino al 27 marzo, il martedì e giovedì dalle 10 alle 13; il mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18; sabato, domenica, festivi e prefestivi ore 10-13 e 15-18.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X