Quantcast
facebook rss

Furia di un 21enne contro il padre:
lo picchia in strada con una spranga,
poi si barrica dentro casa

PORTO RECANATI - Il giovane si trovava ai domiciliari quando all'improvviso ha aggredito il padre. I carabinieri lo hanno arrestato
...

 

comando-stazione-caserma-carabinieri-archivio-arkiv-porto-recanati-FDM

Insegue il padre in strada con una spranga e dopo averlo colpito più volte torna in casa (dove si trovava agli arresti domiciliari) e si barrica demolendo i mobili: arrestato.

È il pomeriggio di sabato scorso quando un 21enne di Loreto, che si trovava agli arresti domiciliari, ha iniziato a prendersela con il padre. Il giovane, senza un motivo apparente, stando alla ricostruzione dei carabinieri della Compagnia di Civitanova, ha iniziato ad aggredire il genitore, che a quel punto è uscito di casa e ha chiamato i carabinieri.

Ma la cosa non è finita lì. Il 21enne è uscito pure lui di casa e ha inseguito il padre armato di una spranga e con questa ha ripetutamente colpito il genitore per impedirgli di chiamare i soccorsi. Una volta fatto questo è tornato a casa e si è barricato dentro. Poi ha distrutto mobili, frantumato vetri, rotto suppellettili. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Porto Recanati, con il 118 e i vigili del fuoco. Il giovane è uscito dall’abitazione ed è stato portato in pronto soccorso, visto che era in stato di agitazione. In ospedale è stato portato anche il padre per le ferite che ha riportato durante l’aggressione. Poi i carabinieri, sentito il magistrato di turno, il sostituto Enrico Riccioni, hanno arrestato il 21enne. Gli vengono contestati maltrattamenti, evasione, danneggiamento, lesioni. Al momento il giovane si trova nella caserma di Porto Recanati, nella camera di sicurezza. Nel pomeriggio ci sarà la convalida dell’arresto. Il 21enne è assistito dall’avvocato Michele Carluccio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X