Quantcast
facebook rss

Trovato senza vita Romolo Massi,
l’87enne scomparso
a Pomaro di Acquasanta

ACQUASANTA TERME - Poco fa la conferma da parte delle squadre di ricerca che, dopo ventiquattr'ore di perlustrazione del territorio, hanno individuato nella zona di Cagnano, ad almeno 2km da Pomaro, il corpo senza vita dell'anziano di cui non si avevano notizie da ieri. Grande spiegamento di forze con uomini e mezzi di Soccorso Alpino, Vigili del fuoco, Aeronautica, Carabinieri e Protezione Civile. Poi la macabra scoperta. Viveva con la moglie, i figli e i nipoti
...

 

di Andrea Ferretti

 

L’uomo scomparso a Pomaro, frazione di Acquasanta Terme, è morto. Il corpo senza vita di Romolo Massi, 87 anni, è stato ritrovato poco fa dalle squadre di soccorso che lo hanno individuato, dopo ventiquattr’ore di perlustrazione del territorio, nella zona di Cagnano. Si trovava nei pressi di un ponticello. Lo stanno recuperando ed è probabile che, dopo aver percorso un lungo ratto a piedi sia caduto finendo lì nel corso della fredda notte.

Da ieri sono stati passati al setaccio, da terra e dal cielo – è intervenuto anche l’elicottero con termoscanner e visori notturni dell’Aeronautica Militare – boschi e tutti gli anfratti possibili che si trovano nelle vicinanze della piccola frazione dove viveva Romolo.

Alle ricerche hanno partecipato i volontari del Soccorso Alpino e Speleologico supportati dalla propria unità cinofila che ha inviato a Pomaro cani molecolari per poter risalire a qualche traccia dello scomparso.

Nella zona sono confluiti anche i Vigili del fuoco di Ascoli che hanno chiesto l’appoggio del proprio elicottero “Drago”, giunto dalla base di Pescara, con cui ha fatto la spola fino a poco fa per i rifornimenti.

Per ventiquattr’ore è stata massima allerta anche per i Carabinieri. E alle ricerche hanno partecipato anche volontari della Protezione Civile e alcuni familiari che ben conoscono la zona.

Le ricerche di Romolo Massi si sono svolte senza sosta, anche la scorsa notte, per poi riprendere a pieno ritmo questa mattina. Le squadre, come sempre accade in questi casi, si sono divise le zone di ricerca. Di lui, fino a poco fa, non c’erano tracce. Poi il tragico ritrovamento.

Del pietoso recupero si stanno occupando uomini del Soccorso Alpino e i Vigili del fuoco che, vista la zona impervia, utilizzano tecniche Saf (speleo-alpino-fluviali).

Il corpo di Romolo Massi verrà trasferito all’obitorio dell’ospedale di Ascoli, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Sarà l’autopsia a confermare le cause che hanno determinato la sua morte. E’ molto probabile che ad ucciderlo siano state una possibile caduta, o un improvviso malore, e poi la temperatura che in quella zona, soprattutto di notte, si abbassa parecchio.

Tra gli interrogativi a cui trovare una risposta anche come ha potuto raggiunto quel posto spostandosi a piedi visto che i due luoghi distano almeno un paio di chilometri. Magari non avrà percorso la strada, ma qualche scorciatoia tra i boschi che lui ben conosceva. Chissà. Nessuno lo ha visto, anche perchè era buio.

Romolo Massi e la sua famiglia sono molto conosciuti non solo a Pomaro, ma in tutto l’Acquasantano. Viveva con la moglie, i figli e i nipoti e, nonostante l’età non più verde, era autonomo e nulla poteva far presagire a quanto invece è purtroppo accaduto.

 

LE FOTO DEI SOCCORSI

 

xx

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X