Quantcast
facebook rss

Samb, riaccendi i motori:
contro il Castelfidardo
fondamentali i tre punti

SERIE D - Mister Antonioli deve fare a meno di Ferri Marini e Lulli, più De Sena a mezzo servizio, Cum e Fabretti ai box. «Non mi piace piangere, nè creare alibi, abbiamo una rosa che può sopperire alle assenze. Dobbiamo buttarla su agonismo e densità per avere ragione di un Castelfidardo ben organizzato»
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

La Samb di Mauro Antonioli alla prova del campionato. Domani, domenica 7 novembre, contro il Castelfidardo (fischio d’inizio ore 14,30) al “Riviera delle Palme” il nuovo corso rossoblù cerca quel successo che può permettergli di rilanciare le proprie quotazioni in classifica e di allontanarsi dalla zona retrocessione. L’avversario, però, non è dei più malleabili. I biancoverdi dell’ex tecnico del Grottammare Manolo Manoni hanno 13 punti in classifica e stanno attraversando un buon momento di forma.

Antonioli

La Samb, invece, deve fare a meno di diversi elementi a partire da Ferri Marini e Lulli. Senza dimenticare poi un De Sena a mezzo servizio ed i giovani Cum e Fabretti ai box con il primo per il quale il campionato è praticamente finito. Insomma piove sul bagnato in casa rossoblù con Antonioli che  costretto a fare di necessità virtù. Il tecnico, però, non si fascia la testa.

«Nonostante le assenze – dice – sono fiducioso  dei ragazzi che ho a disposizione. Non mi piace piangere né aggrapparmi ad alibi. Abbiamo una rosa che può sopperire alle assenze. E quindi non sono preoccupato più di tanto. L’importante è l’atteggiamento e soprattutto calarsi nella mentalità della categoria per fare la nostra partita e portare a casa il risultato.

La Curva Nord del “Riviera”

Sarà un classico match da Serie D – aggiunge – contro un Castelfidardo organizzato che fa densità e corre tanto. Anche noi dobbiamo buttarla su questo piano e sin dall’ inizio della partita altrimenti rischiamo di andare in difficoltà. La prima cosa è non prendere gol e poi con i calciatori di qualità che abbiamo in attacco puntare a fare la differenza. Una partita complicata ma siamo consapevoli che dobbiamo recuperare in classifica ed iniziare a fare i punti per risalire in classifica».

Antonioli ripartirà dal 4-3-3 del secondo tempo della stracittadina di Coppa Italia contro il Porto d’Ascoli. «Devo ancora conoscere bene le caratteristiche dei singoli giocatori a disposizione –spiega il trainer rossoblù- ma la strada giusta è quella della prima mezzora della ripresa di mercoledì scorso. A livello di organizzazioni mi era piaciuto anche il primo tempo, mentre brutti sono stati gli ultimi quindici minuti quando ci siamo tirati troppo dietro  per paura e timore degli avversari. Cosa che non dobbiamo ripetere domani. Comunque -conclude Antonioli – c’è ancora tanto da lavorare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X