Quantcast
facebook rss

Giornata dell’Unità Nazionale,
Monteprandone ha omaggiato
i suoi Caduti (Le foto)

MONTEPRANDONE - Cerimonia del 4 novembre posticipata al 7. Deposizione di una corona d’alloro, la messa di don Vincent Ifeme, la presenza dell’ammiraglio Luigi Ottaviani, pronipote di Giacinto Nicolai caduto a due giorni dal termine della Prima Guerra Mondiale
...

Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

 

Domenica 7 novembre Monteprandone ha celebrato la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, nel centenario della traslazione del Milite Ignoto all’Altare della Patria.

La commemorazione è stata organizzata dall’associazione “Monsignor Eugenio Massi”, in collaborazione con l’Amministrazione comunale presso la chiesa San Nicolò di Bari con una messa in ricordo dei Caduti di tutte le guerre celebrata da don Vincent Ifeme.

Presenti il sindaco Sergio Loggi, gli assessori Meri Cossignani e Christian Ficcadenti; i consiglieri comunali Sergio Calvaresi, Massimiliano Coccia e Bruno Giobbi, l’ex sindaco Bruno Menzietti, i comandanti della locale Stazione dei Carabinieri Gabriele Luciani e della Polizia Municipale Eugenio Vendrame, rappresentanti dell’associazione “Monsignor Eugenio Massi” presieduta da Natalino Romandini.

Ha partecipato anche Luigi Ottaviani, ammiraglio della Marina Militare in pensione, pronipote di Giacinto Nicolai, giovane tenente, anche lui monteprandonese, caduto il 2 novembre 1918 a soli due giorni dalla fine del conflitto.

Al termine della cerimonia, la deposizione di una corona d’alloro al monumento ai Caduti sotto il loggiato del Palazzo Comunale.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X