Quantcast
facebook rss

Ascoli e nuovo “Piano Sosta”,
il sindaco Marco Fioravanti:
«Finalmente padroni della città»

ARENGO - Pronta l’ultima versione della bozza per la nuova convenzione con la Saba. Tra le novità più rilevanti: la cifra prevista per il riscatto dal 2024 e la flessibilità dell’accordo, rimodulabile ogni due anni. Solidarietà: il commercialista Carlo Cantalamessa ha devoluto in beneficienza il compenso percepito per la consulenza
...

La giunta Fioravanti

 

di Maria Nerina Galiè

 

«Poche promesse ed un programma elettorale importante. Tra gli obiettivi prioritari, restituire ai cittadini il loro territorio, dal punto di vista dei parcheggi»Questo l’esordio del  sindaco di Ascoli Marco Fioravanti, nell’incontro di presentazione della bozza per la nuova convenzione con la Saba. La stesura definitiva, che dovrà essere portata all’approvazione della Giunta  (è questione di giorni) e del Consiglio comunale (entro Natale), è stata frutto di «una trattativa lunga un anno e mezzo e 26 riunioni», ha sottolineato Fioravanti.

«Difficilissimo portare avanti l’accordo. Noi – e nel dirlo il primo cittadino ha tenuto a ringraziare  assessori (presenti alla presentazione di oggi 15 novembre, ndr), consiglieri comunali e  tecnici che lo hanno supportato – avevamo davanti l’interesse pubblico e non  collimava con quello del privato.

Privato che però opera sul suolo pubblico, quindi, l’alternativa all’accordo sarebbe stata la revoca della gestione. Abbiamo invece trovato molta disponibilità da parte dell’amministratore delegato della Saba, Carlo Testa».

Studi, discussioni, ipotesi e possibili strade da intraprendere, tra l’Amministrazione comunale di Ascoli e la multinazionale, e nei quali è stata «preziosa la collaborazione di Carlo Cantalamessa, commercialista e presidente dell’Ordine, che ha valutato tutti gli aspetti».

Carlo Cantalamessa

Al dottor Cantalamessa, anche il «plauso – ha tenuto a ricordare il sindaco – per aver fatto un’azione di solidarietà con i circa 10.000 euro percepiti come compenso professionale per la consulenza. Ha devoluto la somma ad un progetto sportivo rivolto agli anziani. Un gesto che apre ad un nuovo modo di agire, rivolto alla collettività».

Entrando nel merito della bozza della nuova convenzione, due le novità più rilevanti annunciate da Marco Fioravanti.

«Ci sono le cifre per un eventuale riscatto, da parte del Comune di Ascoli, a partire dal 2024. Si tratta di 6 milioni 585.000 euro, entro il 31 dicembre 2024, a scalare negli anni successivi: 6 milioni 143.000 nel 2025, 5 milioni 800.000 nel 2026, e così via».

La seconda è “flessibilità”. Il sindaco: «La convenzione prevede la possibilità di essere rimodulata ogni due anni.

La vita va veloce, il dinamismo commerciale è ormai noto, possono accadere imprevisti come. Basti pensare a terremoto e pandemia. Non possiamo restare ancorati ad accordi che, “domani”, possono non rispondere più alle esigenze dei cittadini».

Ancora di nuovo: si era ventilata la possibilità di far pagare, seppure un minimo, il permesso per i disabili. «Invece – ha evidenziato il sindaco – per questa categoria i permessi saranno gratuiti.

Poi, in merito agli abbonamenti mensili per i lavoratori, solo nei parcheggi in strutture e che si possono stipulare direttamente con la Saba, il costo sarà abbattuto di circa 10 euro».

Soddisfazione anche di fronte ad un ulteriore traguardo raggiunto: «Con questo accordo – sono sempre le parole di Fioravanti – “tombiamo” il debito con la Saba.

La Saba aveva avanzato una richiesta pari quasi a 8 milioni di euro. L’abbiamo contestata e portata a 5 milioni e 600.000 euro, poi a 2 milioni. Adesso, con il completamento, e quindi la consegna della gestione alla società, dei 700 parcheggi blu a Campo Parignano già previsti nella convenzione del 2002, azzeriamo completamente questo debito».

I nuovi stalli daranno la possibilità ai cittadini di poter scegliere, probabilmente fin dal prossimo rinnovo dei permessi, tra il pass di 50 euro (per Campo Parignano) e 75 per il centro. Per tutti la possibilità di usufruire delle strisce blu della zona mista e, dalle 18 alle 9 del giorno successivo, dei posti auto finora esclusivamente soggetti al pagamento del ticket.

Confermato il canone agevolato e una tariffa di 1 euro all’ora per le prime due ore di sosta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X