Quantcast
facebook rss

Buoni ai dipendenti HP Composites
La precisazione di Cgil, Cisl e Uil:
«E’ solo un obbligo contrattuale»

ASCOLI - Le tre segreterie provinciali dei sindacati intervengono di nuovo sulla questione dei flexible benefit per circa 80.000 euro l'anno. «Vengono erogati grazie alle conquiste dei lavoratori e dei sindacati. E siamo ancora in attesa di un incontro con l'azienda»
...

 

Sulla questione dei buoni erogati ai dipendenti della HP Composites (azienda leader a livello mondiale nella progettazione e produzione di componenti in materiale rinforzato in fibra di carbonio per i settori automotive, motor sport, navale, aereonautico, industriale e design) intervengono di nuovo i sindacati.

Per le segreterie regionali e provinciali, lo fanno con Romina Rossi della Fim-Cisl, Alessandro Pompei della Fiom-Cgil e Raffaele Bartomioli della UilmUil.

«Ciclicamente sui quotidiani locali compare la notizia che HP Composites eroga buoni, ai dipendenti, per circa 80.000 euro. Come abbiamo più volte ribadito, si tratta del welfare aziendale, di cui i “flexible benefit” fanno parte, che vengono erogati grazie alle conquiste dei lavoratori e del sindacato. Sono istituti contrattuali – precisano – previsti dal contratto collettivo nazionale dei lavoratori metalmeccanici.

E questo significa che si tratta di un obbligo contrattuale, che dal primo giugno di ciascun anno tutte le aziende aderenti al suddetto Contratto devono consegnare ai propri dipendenti con la mensilità di giugno. Sono voucher per l’acquisto di prodotti e servizi commerciali spendibili verso le attività commerciali locali.

Anzi – sottolineano – poiché anche per il 2021, così come per il 2020, si è raddoppiato, fino a 516,46 euro il limite per la detassazione dei “flexible benefit” riconosciuti ai lavoratori dipendenti, chiediamo ad HP Composites la possibilità di aumentare la quota fino al suo massimo per ciascun lavoratore e lavoratrice.

Ricordiamo ad Hp Composites che siamo ancora in attesa di un incontro per risolvere le tante questioni emerse nelle ultime assemblee sindacali che si sono tenute in azienda. Nei prossimi giorni, attraverso assemblee con i lavoratori – continuano Cgil, Cisl e Uil – daremo il via alla piattaforma per una contrattazione aziendale di secondo livello, che rappresenta un’importante occasione per dare risposte alle attese e ai bisogni dei lavoratori e delle lavoratrici.

I lavoratori hanno manifestato grandi aspettative, al fine di avere il giusto riconoscimento economico e in diritti, conseguenza naturale degli importanti risultati che l’azienda ha traguardato negli ultimi anni. Questo – concludono i sindacati – è  il tavolo di confronto che vogliamo avviare con l’azienda».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X