Quantcast
facebook rss

Arriva il nuovo vescovo Palmieri:
saluto alle popolazioni terremotate,
poi la grande cerimonia ad Ascoli

APPUNTAMENTO domenica 28 novembre per l'ingresso ufficiale del prelato. Un ricco programma di appuntamenti tra Arquata, Folignano e vallata del Tronto, poi il ritorno nel capoluogo per la prima messa. Maxischermo in piazza Arringo e restrittive misure di accesso
...

Definita la cerimonia d’insediamento del nuovo vescovo Gianpiero Palmieri.

Il comitato organizzatore dell’evento ha stilato un programma “diffuso” che tiene conto del perdurare della emergenza legata alla pandemia e che si svolgerà in più momenti.

Tutto pronto per l’insediamento del nuovo vescovo Palmieri

L’appuntamento è per domenica 28 novembre dalle 9. Per desiderio dello stesso Palmieri, si parte dai luoghi che più hanno sofferto le ferite del sisma del 2016/2017 e in cui si sta, faticosamente, iniziando il processo di ricostruzione.

Pertanto, il vescovo si troverà ad Arquata del Tronto accolto dall’amministratore parrocchiale don Emmanuel Chemo e dalla comunità a cui si uniranno rappresentanti delle parrocchie della zona del Montegallese, del Fluvione e dell’Acquasantano.

Tappa successiva a Villa Pigna di Folignano, dove alle 10,15 circa, sarà accolto dal parroco don Francesco Fulvi e da rappresentanti di tutte le parrocchie della Vicaria del Marino.

Partirà, poi, alla volta di Pagliare (Spinetoli) per un incontro con le comunità della Vallata del Tronto e di Offida. Lì dopo il saluto del parroco don Basilio Marchei e un breve incontro con la comunità, il vescovo tornerà in episcopio ad Ascoli.

Il duomo di Ascoli

Alle 15 un incontro particolarmente significativo e nuovo: nella Sala della Vittoria della Pinacoteca civica appuntamento con tutte le autorità civili (tra cui tutti i 20 sindaci dei comuni della Diocesi) e militari della città e del territorio.

Alle 16 ci si sposta in piazza Arringo dove ci sarà il saluto ufficiale del sindaco di Ascoli Fioravanti e l’omaggio della Quintana.
Dopo aver congedato le autorità, Palmieri farà il suo ingresso in cattedrale alle 16,30 accolto dal parroco don Luigi Nardi che gli porgerà il crocifisso da baciare. Poi, attraversando la navata centrale, si recherà in presbiterio e da lì in sagrestia da cui avrà inizio la celebrazione eucaristica. La messa sarà animata dal Coro diocesano diretto da Francesco Fulvi.

In duomo, a causa delle restrizioni legate al Covid potrà prendere parte un numero limitato di fedeli, scelti dai parroci, in rappresentanza di ogni parrocchia della città.

Sarà possibile comunque seguire la celebrazione sia da piazza Arringo dove sarà allestito un maxischermo o attraverso i mezzi streaming, radio e tv di di Radio Ascoli Tv o sul digitale terrestre sul canale 79 di VeraTV. La trasmissione, in diretta, avrà inizio alle 16 e si protrarrà fino alla fine della celebrazione.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X