Quantcast
facebook rss

Continua la raccolta fondi
dello Iom

ASCOLI - La cappella del Pio Istituto Sacro Cuore, da poco sconsacrata, restaurata e riconsegnata alla collettività,  diventa teatro di solidarietà. Lo Iom, finanziato dalla generosa donazione della Gioielleria Cottilli e dalla risposta, altrettanto generosa, della città. Le prossime iniziative di autofinanziamento Parla la presidente Ludovica Teodori
...

Le volontarie dello Iom con Daniela Ciarrocchi e Pierina Cottilli nell’ex cappella del Pio Istituto Sacro Cuore

 

di Walter Luzi

 

Lo Iom e i suoi Tè-sori. Un bel week-end all’insegna della solidarietà. Il tesoro alla benemerita onlus ascolana lo aveva donato Daniela Ciarrocchi della Gioielleria Cottilli. Il thè lo hanno offerto invece Chez Toi e Tea Time addolcendo  l’evento con le loro leccornie e profumati infusi. Giancarlo Ciccanti, presidente del Pio Istituto e Giancarlo Tosti, che ha presenziato all’evento, hanno accolto lo Iom nella  suggestiva location, finalmente riconsegnata alla città dopo i lavori di ristrutturazione. Un vernissage riservato ad un evento all’altezza. Primo appuntamento culturale, di spessore, è l’auspicio, di una lunga serie futura.

Fra sabato 11 e domenica 12 dicembre sono arrivati in tanti al Pio Istituto Sacro Cuore a dare il loro contributo alla raccolta benefica. Circa una novantina gli oggetti preziosi esposti e messi in vendita tra collane, bracciali, gemelli e pietre dure. Daniela Ciarrocchi, presente anche lei con la mamma, la mitica, inaffondabile, Pierina Cottilli, anime della omonima gioielleria, aveva donato allo Iom, come detto, quello che rimaneva in cassaforte dopo la chiusura. Un altra serranda storica che, dopo sessantadue anni di onorata attività, si abbassa per sempre, mette sempre un pò tristezza.

Il gesto nobile e generoso di Daniela riveste ora, invece, di una luce nuova, calda, rinfrancante, anche la sua sofferta scelta di dire basta. E la città ha risposto. Segno di affetto e di stima della comunità maturate per l’impegno, ormai quasi trentennale dello Iom sul territorio. La presidente Ludovica Teodori ha speso la sua vita vicino a chi soffre. Un esempio fulgido sul fronte socio-assistenziale. Una donna abituata a lottare. Ringrazia tutti quelli che hanno contribuito all’ottima riuscita della manifestazione.

Ludovica Teodori

«Grazie alla loro generosità lo Iom continua a garantire l’assistenza domiciliare gratuita al paziente oncologico e alla sua famiglia. Il suo raggio di azione è stato allargato, dallo scorso anno, anche al Distretto di San Benedetto, e, di fatto, all’intera provincia. Mai come in questo periodo emergenziale – dice Ludovica Teodori – abbiamo compreso come il terzo settore sia fondamentale per garantire alcuni servizi essenziali, di sostegno a chi ha bisogno di supporto, grazie soprattutto alla rete intessuta con altre realtà attive sul territorio. L’Associazione, anche in questi due anni segnati dal covid, non ha mai smesso di erogare le sue prestazioni, diventando un punto di riferimento per coloro che, colpiti dalla malattia, non potevano rivolgersi all’ospedale per ragioni di sicurezza. Le nostre équipes – conclude la Teodori – composte da medico, fisioterapista, operatori sociosanitari, psico-oncologo volontario, trasportatore di ausili ospedalieri, hanno attutito il senso di spaesamento ed isolamento di molti pazienti oncologici».

Un ruolo, una missione, un sostegno, preziosi, importanti, quelli della sua associazione. Che non dovrebbe essere lasciata sola, costretta vivere solo di volontariato, offerte, lasciti e donazioni. Una luce, spesso l’unica, quella dello Iom, quando capita di ritrovarsi, da un giorno all’altro, dentro la tenebra del male. Angeli veri, in carne ed ossa, che arrivano a risollevarti quando sei a terra, a sostenerti quando vedi tutto nero.

Gli angeli dello Iom, continueranno nella loro raccolta fondi anche domenica 19 dicembre, a Piazza Arringo, in occasione de “La carica dei Babbi Natale”, e mercoledì 29 dicembre al Teatro Filarmonici, per il concerto dei Bersaglieri. Inoltre sono ancora disponibili alcuni gioielli della donazione Cottilli. Chi fosse interessato ad acquistarli può contattare la segreteria allo 0736.780849 oppure scrivere a “iom.ap@sanita.marche.it”.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X