Quantcast
facebook rss

Cartiera Papale, Antonini
critico con la Provincia:
«Polo museale da riaprire»

ASCOLI - Il consigliere regionale della Lega promuove un intervento straordinario della Regione per restituire il bene alla fruizione pubblica. E annuncia l’accordo con l’esecutivo: «C’è già l’intesa con gli assessori Latini e Castelli»
...

Lo scorso febbraio il Consiglio regionale ha approvato la legge per il Riconoscimento di Fabriano come città della carta e della filigrana e di Ascoli e Pioraco città della carta.

La Cartiera Papale

Tra i promotori dell’inserimento delle cento torri c’è Andrea Maria Antonini (Lega), il quale oggi, a seguito della persistente chiusura della Cartiera Papale, complesso architettonico simbolo della tradizione dell’intensa attività del territorio, chiama in causa la Provincia quale proprietaria del bene.

«Fa davvero male vedere questo splendido polo museale restare chiuso a causa della trascuratezza in cui versa – le parole del consigliere regionale-. Soprattutto alla luce del riconoscimento dato dalla nuova legge regionale che ha valorizzato una tradizione partita nel 1400 grazie ai mastri cartai di Fabriano e Pioraco, permettendo lo sviluppo di un’industria della carta dall’attività intensa proprio attorno alla Cartiera Papale. Risultato non solo formale, ma in grado di dare risalto ad una delle eccellenze del territorio sul piano promozionale turistico. Ecco perché questa totale dimenticanza è inaccettabile».

Antonini

Oltre alla sua valenza monumentale, la Cartiera Papale che sorge sulle sponde del fiume Castellano è, infatti, un importante centro culturale del territorio: al suo interno sono ospitati il Museo della Carta con le originali macine di pietra, il Museo di storia naturale “Antonio Orsini”, il Museo dell’Acqua, la biblioteca “Ugo Toria” oltre alle consuete esposizioni temporanee.

«È necessario risolvere la questione per auspicare una sua riapertura già dalla prossima primavera e per tutta l’estate – continua Antonini-. Per sopperire, dunque, alla mancata operatività della Provincia, è mia volontà promuovere un intervento diretto straordinario della Regione per il quale c’è già il parere favorevole dell’assessore alla cultura Giorgia Latini nonché dell’assessore al bilancio Guido Castelli, il quale ben conosce la realtà della Cartiera vista la sua esperienza come sindaco di Ascoli. Il tutto per il bene della città e di una delle sue
storiche eccellenze».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X