Quantcast
facebook rss

Luminarie di Natale,
luci in tutta la città
grazie alla sinergia
Comune-Gabrielli

ASCOLI - Il gruppo imprenditoriale contribuisce anche quest'anno ad accendere alcune delle principali vie cittadine: da via Erasmo Mari fino a parte di Corso Mazzini
...

Anche quest’anno  Magazzini Gabrielli ha contribuito ad accendere le luminarie di alcune tra le strade principali della città, nell’ambito dell’investimento fatto dal Comune per le festività.

Le luminarie in viale Vellei

«Festeggiamo un Natale che desideriamo sia un nuovo inizio, in cui ognuno di noi possa riconquistare il proprio destino –afferma l’amministratore delegato Luca Silvestrelli –. Nel settecentenario dantesco, è più che mai appropriato citare la Divina Commedia per augurarci, attraverso la gioia che le luminarie sanno trasmetterci, di rivedere le stelle».

In particolare, Gabrielli contribuirà ad “accendere” le luci di via Erasmo Mari, parte di via Pretoriana, via delle Donne, via Murri, via Napoli, parte di via Marcello Federici, viale Indipendenza, viale Marconi (fino alla rotatoria) viale Benedetto Croce, viale Vellei e parte di Corso Mazzini.

«Le luminarie ci introducono nel clima natalizio e conferiscono più fascino alla città all’imbrunire – ricorda il sindaco Marco Fioravanti – Se da una parte sono certo che le luci decorative possano valorizzare i nostri monumenti e le nostre piazze rendendole ancora più gradevoli alla vista dei turisti che trascorreranno le festività ad Ascoli, dall’altra sono convinto che allieteranno anche tutti noi in occasione delle nostre uscite nel centro storico, creando la giusta atmosfera della festa. Stiamo attraversando un periodo difficile a causa della pandemia: cerchiamo, quindi, di cogliere il bello e di rallegrarci nel vedere impreziosita la nostra splendida Ascoli. Ringrazio dal profondo del cuore Magazzini Gabrielli per aver contribuito anche quest’anno all’installazione delle luminarie in alcune vie della città, dimostrando ancora una volta grande sensibilità e attaccamento al territorio».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X