Quantcast
facebook rss

Programmazione e finanziamenti
sotto l’albero
dell’ultimo Consiglio comunale

ASCOLI - Nell’ultima seduta prima di Natale i consiglieri di minoranza sollevano alcune questioni relative alla gestione degli eventi da parte dell’Amministrazione Fioravanti. Accantonata la ripavimentazione di piazza Arringo, si va verso un collegamento ciclopedonale tra piazza Immacolata e Porta Romana
...

Ultimo appuntamento dell’anno per il Consiglio comunale di Ascoli, che con la seduta di oggi, giovedì 23 novembre, fa calare il sipario su un 2021 di alti e bassi per l’assemblea della sala della Ragione.

«Veniamo da due anni molto difficili – esordisce il sindaco Marco Fioravantima grazie alla collaborazione di tutte le forze politiche del consiglio siamo riusciti a rispondere alle diverse esigenze della cittadinanza, soprattutto dal punto di vista sociale.

Stiamo valutando attentamente la programmazione degli eventi del periodo natalizio: ci attendono settimane difficili e bisogna agire con prudenza, riflettendo giorno per giorno».

Restando in tema, fin dai primi interventi sono proprio gli eventi a segnare le tappe di un consiglio natalizio che vede i consiglieri di minoranza soffermarsi sul modus operandi dell’Amministrazione in fatto di promozione turistica e organizzazione del cartellone eventi.

In particolare, il consigliere di Ascolto e Partecipazione Massimo Maria Speri tira in ballo Ascoliva, manifestazione che dal suo punto di vista non avrebbe rispettato l’iter burocratico necessario per strappare l’ok dell’Arengo, chiedendo piuttosto l’istituzione di appositi bandi per evitare spiacevoli conflitti di interesse.

Il sindaco Fioravanti

«Non sono eventi del Comune – precisa il sindaco – ma semplici proposte valutate e da noi accettate. Le manifestazioni di interesse valgono invece come al solito per gli eventi promossi direttamente dal Comune».

Qualche appunto anche per l’incertezza riscontrata dal consigliere Pd Francesco Ameli in merito all’organizzazione di iniziative di rilievo come la notte bianca, con Fioravanti a sottolineare invece l’importanza di una flessibilità al giorno d’oggi indispensabile per non farsi sfuggire opportunità preziose, come nel caso di Baglioni, Fiorello e Facchinetti.

Mentre i consiglieri discutono il tempo dedicato alle interrogazioni scade, costringendo i presenti a passare rapidamente al punto 8 dell’ordine del giorno.

«Abbiamo dimostrato grande maturità nel fare un passo indietro» dichiara Fioravanti in relazione alla scelta di abbandonare la riqualificazione di piazza Arringo e il ponte ciclopedonale di Campo Parignano in favore di un collegamento ciclopedonale tra piazza Immacolata e Porta Romana da realizzare attingendo agli stessi fondi Iti, ma il consigliere Ameli ha qualche riserva da esporre. «Si rischia di creare confusione tra i cittadini sulla volontà dell’Amministrazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X