Quantcast
facebook rss

Le accuse del Partito Democratico:
«Sulla Sanità è preoccupante
il silenzio dell’Amministrazione»

ASCOLI - Le code al Centro vaccinale, il ritorno al palasport di Monticelli, la carenza di personale, ospedale "Mazzoni" bistrattato, un quartiere dimenticato dopo le promesse fatte in campagna elettorale e non mantenute. Ecco l'attacco dem firmato Francesco Ameli, Angelo Procaccini, Pietro Frenquelllucci, Luca Gabrielli
...

Pietro Frenquellucci, Angelo Procaccini, Francesco Ameli e, in videoconferenza, Luca Gabrielli

 

di Andrea Ferretti

 

Vaccini, posti letto, ospedali. In una sola parola: Sanità. E’ il tema che affronta ad Ascoli il Partito Democratico con i tre consiglieri comunali Francesco Ameli (capogruppo e anche segretario provinciale Pd), Angelo Procaccini (anche segretario comunale Pd), Pietro Frenquellucci (vice presidente del Consiglio comunale) e il segretario del Circolo Pd di Monticelli, Luca Gabrielli.

Angelo Procaccini

La Sanità è un tema che sta a cuore a tutti, e il Pd in proposito ricorda che per i dem è sempre stato così, quantomeno dall’inizio dell’attuale governo cittadino. «Invito i cittadini a darci una risposta – le parole di Procaccini – a noi che nell’ambito delle problematiche sanitarie siamo stati coerenti portando sempre avanti le idee, condivisibili o no».

La partenza non può non essere il Centro vaccinale, ormai al collasso, con centinaia di persone in fila dalla mattina alla sera in Piazza Roberto Strulli, a Pennile di Sotto, ad attendere il proprio turno per accedere nella Casa della Gioventù e sottoporsi alla terza, o seconda, o prima dose.

Francesco Ameli

Attacca Ameli: «Castelli, Latini, Antonini e Fioravanti ci hanno fatto la campagna elettorale sulla Sanità ascolana, poi adesso la Regione Marche inserisce solo San Benedetto e non Ascoli tra i Centri vaccinali delle Marche destinatari di fondi. Perchè non individuare un capannone dismesso, e ce ne sono tanti nella zona industriale vicini alla città, raggiungibili magari con bus navetta gratuiti, da adibire a Centro vaccinale? Non solo – aggiunge – ma siamo la seconda regione d’Italia dopo il Trentino con i numeri più alti in Terapia Intensiva. Si sta pensando di riportare il Centro vaccinale al palasport di Monticelli, ma se poi non c’è il personale? A proposito di Monticelli, il quartiere più popoloso di Ascoli, una scuola nuova è chiusa per i danni del sisma, il campo sportivo non è utilizzabile per i lavori e ora ai giovani togliamo anche il palasport. Restano solo le due parrocchie, ma in generale gli ascolani, oltre ad Ascoli capitale italiana della cultura 2024, progetto che noi abbiamo sempre appoggiato, mangiano, vanno a scuola, si curano e fanno sport».

Luca Gabrielli

Su questo interviene, in videoconferenza, Luca Gabrielli, segretario del Circolo Pd di Monticelli. «Monticelli fa gola a tutti in campagna elettorale, ma poi? Non vogliamo che sia un quartiere dormitorio? Ma in queste condizioni non può non esserlo. Il sindaco -dice – prima difendeva l’ospedale, ma qualche mese il silenzio è assoluto, eppure lui conosce bene le realtà del quartiere perchè ci è cresciuto come me e come Ameli. Rinnoviamo per l’ennesima volta la proposta di allestire a Monticelli un mercato settimanale. Le zone dove farlo ci sono e sono numerosi anche gli anziani. Ma su questo fronte non abbiamo mai avuto risposte».

Pietro Frenquellucci

Frenquellucci ci mette il carico. «Il Centro vaccinale è l’esempio di come questa Amministrazione non vada al di là del proprio naso. L’allarme Omicron c’è da settembre, ma è rimasta indifferente anzichè cercare uno spazio adeguato e personale sufficiente per effettuare i vaccini. E’ un’assoluta mancanza di programmazione. Noi nel 2020, in piena pandemia, sollecitammo l’Amministrazione sulla collocazione delle scuole: niente anche su questo fronte. Questa non è ingenuità – va giù forte – ma incapacità. Poi una domanda: che fine ha fatto il Covid Hospital di Civitanova? Perchè è chiuso? Per quanto riguarda la candidatura a capitale della cultura, che noi sosteniamo, non è che tutto questo è solo un’opera di distrazione di massa? Gli amministratori dicono che è importante il progetto, anche se Ascoli non sarà capitale – conclude – ma quanto credono a quello che dicono?».

Gente in coda al Centro vaccinale

Ameli torna sulla quarta ondata che sembra non dare tregua. «La situazione dell’ospedale Mazzoni è molto preoccupante, la quarta ondata sta dilagando e non c’è personale. Sono state riconvertite Unità Operative, è stata aperta la Pneumo Covid ma è stata chiusa Pneumologia e la tendenza è trasferire i medici di Medicina Generale nei reparti covid. Lo scenario è tragico perchè chi lavora in ospedale non ce la fa più e non è nemmeno pagato per quello che fa. Che fine hanno fatto le indennità accessorie? Il silenzio dell’Amministrazione comunale anche qui è preoccupante. Perchè non si riunisce più la Consulta della Salute? La Regione dovrebbe poi spostare fondi destinati che so alla caccia sulla Sanità. La risposta è che si continua ad utilizzare personale e mezzi del 118 per i continui spostamenti tra gli ospedali di Ascoli e San Benedetto».

Sulla questione dello scandalo dei green pass e del medico arrestato, gli esponenti dem sono chiari: «Invitiamo il sindaco a verificare se c’è la possibilità che il Comune possa costituirsi parte civile».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X