Quantcast
facebook rss

Il giorno della Memoria
con Harry Shindler
tra gli studenti del “Rosetti”

SAN BENEDETTO - Il veterano inglese, definito "cacciatore di ricordi", ha incontrato i ragazzi del Liceo. Le iniziative della scuola proseguiranno con altri due appuntamenti l'1 e 10 febbraio
...

Harry Shindler tra gli studenti del Liceo Scientifico Rosetti

 

«Ho un compito, tramandare la memoria di quello che è stato”. A 101 anni (il prossimo 17 luglio) si può essere ancora testimoni di un passato che qualcuno vorrebbe far dimenticare ed Harry Shindler lo conferma ad ogni pubblica apparizione. Il veterano inglese, da anni residente a San Benedetto, è tornato al Liceo Scientifico “Rosetti” in occasione della “Giornata della Memoria”.

Harry Shindler

L’intervista-dibattito, presentata dalla dirigente scolastica Stefania Marini, è stata curata dalle classi 5B e 5C. Le domande degli studenti hanno dato modo a Shindler di raccontare episodi, persone e soprattutto un periodo storico fondamentale. La sua esperienza di soldato alleato in Italia, lo sbarco di Anzio, le  stragi delle Fosse Ardeatine e di Marzabotto. Tutto ciò fa di Shindler testimone preziosissimo che non si stanca di ricostruire elementi messi in discussione dalla stessa storiografia, come il ruolo delle forze partigiane.

«Il loro coraggio è stato indubbio – ha detto Shindler – nonostante si trattasse di persone lontane dal mondo militare, ma hanno avuto una funzione fondamentale nelle vicende belliche. Inoltre non va taciuto lo sforzo e il rischio che tante famiglie, soprattutto contadine, hanno corso anche nelle campagne marchigiane e non solo per proteggere ebrei e partigiani dall’esercito tedesco. La Germania era una grande nazione, con figure di spicco in tanti ambiti, da qui il mio stupore nel vedere quali tragedie abbia causato».

L’incontro avrà un seguito l’1 febbraio (ore 10,30-12) quando nell’aula magna sarà la classe 5B a curare l‘intervista-dibattito con il professor Maurizio Pincherle su “Storie e racconti di una famiglia ebrea”. Parteciperanno anche le classi 2M e 4M.

Poi il 10 febbraio le classi 5B, 5C e 5E (ore 11-13) incontreranno la giornalista e scrittrice del romanzo storico “Brest, resistenza e canti di libertà nella Polonia in fiamme”, Antonella Roncarolo, ospitata dall’Istituto di cultura italiana a Cracovia in occasione della Giornata della memoria.

La serie di incontri è curata dalle professoresse Lidia Bartolomei e Ferrera Petrelli.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X