Quantcast
facebook rss

Spazzafumo esulta: «Nuovo ospedale, in arrivo 80 milioni», ma a sinistra dubitano: «Non basta per un Primo Livello»

SAN BENEDETTO - Il sindaco conferma le indiscrezioni e l’investimento previsto dalla Regione Marche, e aggiunge: «Si farà nel territorio di San Benedetto». Daniele Primavera e Roberto Giobbi: «Altrove si spende il doppio, così non è una buona notizia»
...

Sorride il sindaco Spazzafumo

Due atti che fanno sorridere il sindaco di S.Benedetto Antonio Spazzafumo. Che, seppur il giorno dopo San Valentino, con un post su Facebook ringrazia la Regione Marche per la decisione presa, con tanto di emoticon con cuoricini.

La prima riguarda la conferma dello studio di fattibilità per la realizzazione del nuovo ospedale, per un importo di 400 mila euro, come si era già parlato nei mesi scorsi. Ma la vera novità è relativa al fatto che «la Regione Marche ha preventivato una spesa di ottanta milioni per la sua realizzazione».

Scrive Spazzafumo: «Già da tempo ci siamo attivati per trovare la giusta location sul nostro territorio, e, a scanso di equivoci, questa volta con territorio intendo proprio la città di San Benedetto» precisa, evitando quindi di fraintendere con l’occupazione di uno spazio nella vicina Monteprandone.

«Parallelamente abbiamo chiesto al presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli – che ringrazio personalmente per la sua disponibilità ad accogliere le nostre istanze – di ripristinare completamente tutti i servizi del Madonna del Soccorso perché, pur guardando al futuro, non dobbiamo Mai perdere di vista il presente ed il presente è avere l’attuale ospedale più efficiente e funzionale» continua.

«Questo risultato, insieme agli altri interventi preventivati dalla Regione, è stato possibile anche grazie alla collaborazione del consigliere regionale Andrea Assenti e dell’onorevole Lucia Albano, ad ulteriore dimostrazione che se tutti hanno lo stesso obiettivo – il benessere della nostra città e dei suoi abitanti – si può benissimo lavorare insieme, superando differenti ideologie, slogan e colorazioni politiche» scrive il primo cittadino.

Spazzafumo tuttavia raccoglie anche le lamentele dei sindaci, in gran parte dell’area di centrosinistra, che proprio lunedì hanno lamentato lo scarso coinvolgimento della Regione nelle scelte sanitarie:«Contestualmente non posso che appoggiare la protesta dei sindaci del Piceno, che unitamente chiedono alla Regione Marche di coinvolgere le Istituzioni territoriali prima di giungere a delle scelte: solo tramite collaborazione, confronto e co-programmazione condivise soprattutto dal basso potremo disegnare una rete realmente garante dell’assistenza al territorio Piceno, dalla montagna alla costa, senza lasciare nessuno indietro ed anche su questo stiamo lavorando».

In giornata sono attese reazioni e precisazioni a questa notizia, anche perché la cifra di 80 milioni stanziata per San Benedetto è ben inferiore rispetto a quella relativa ad altri nuovi ospedali previsti dalla Regione, il cui investimenti previsto oscilla attorno ai 150 milioni.

Daniele Primavera

 

Scrive infatti Daniele Primavera della lista civica Nos: «Caro sindaco, abbiamo letture diverse. Di 80 milioni c’è una vaga promessa mentre per gli altri ospedali si stanziano cifre doppie. Con 80 milioni un ospedale di primo livello non si fa. E nel frattempo non c’è nulla per il Madonna del Soccorso. A me non pare una buona notizia, ma non essendo del ramo aspetto chi potrà convincermi del contrario. Agli altri i soldi, a noi mezze promesse».

Linea dubitativa confermata anche da Roberto Giobbi della Comitato Sanità del Pd: «Caro sindaco quello che lei scrive se è realmente vero deve essere detto e soprattutto scritto dalla regione che deve dichiarare che tipologia di ospedale vuole fare nel Piceno e sottolineo piceno perché se è un primo livello riguarda tutto il Piceno».

LA TABELLA – Per nuovo ospedale di Pesaro 150 milioni, per nuovo ospedale di Fermo 140 milioni, per nuovo ospedale di San Benedetto 80 milioni

Pnrr Sanità: fronte comune dei sindaci del Piceno: «Squilibrio nella ripartizione delle risorse, AV5 penalizzata»

Pnrr Sanità: tutti gli investimenti nel Piceno e nel resto delle Marche


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X