Quantcast
Fratelli d'Italia
facebook rss

«Novavax, domani al via le prenotazioni nelle Marche»

L'ANNUNCIO dell'assessore Saltamartini sul nuovo vaccino anti Covid: «Molte persone mi hanno contattato personalmente: finora hanno resistito alla vaccinazione per ricevere la somministrazione di questo nuovo farmaco»
...
saltamartini

L’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini

 

Nelle Marche al via da domani le prenotazioni per la somministrazione del nuovo vaccino Novavax, su base proteica come i vaccini antinfluenzali, in attesa dei rifornimenti che daranno il via alle inoculazioni.

(Leggi qui le spiegazioni sul nuovo farmaco del dottor Claudio Angelini, direttore del Sisp dell’Area Vasta 5).

Ad annunciarlo l’assessore regionale Filippo Saltamartini a margine del Consiglio Regionale. Il Novavax, ipotizza l’assessore, dovrebbe giungere nelle Marche «all’inizio del prossimo mese: non appena avuto il rifornimento – aggiunge – procederemo alla somministrazione per quanti vorranno vaccinarsi con Novavax. Molte persone mi hanno contattato personalmente: finora hanno resistito alla vaccinazione per ricevere la somministrazione di questo nuovo farmaco».

«Per quanto riguarda la quarta dose per immunodepressi – comunica ancora Saltamartini, dopo la circolare di ieri del commissario Figliuolo – cominceremo la somministrazione dal primo marzo: lo faranno gli ospedali e i centri dove queste persone sono allocate».
In tema durata vaccini, afferma l’assessore, «l’Aifa ha ripetuto che la validità, soprattutto per fasce d’età sotto i 50 anni, ha una durata non superiore ai quattro mesi dunque dobbiamo verificare quello che succede». Ma, ricorda, c’è il pericolo di varianti che possano emergere in «parti del mondo in cui i vaccini non sono utilizzati» e dunque la guardia “resta alta”. «Nel piano inviato al ministero – riferisce l’assessore – non smantelliamo i punti di vaccinazione ma li alleggeriamo con il personale che viene restituito alle cure dei pazienti».

Buone notizie sul fronte Covid: «Pandemia nella fase di controllo e l’immunità di gregge è vicina»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X