Quantcast
facebook rss

A San Benedetto la “Bandiera Azzurra”

RICONOSCIMENTO della Federazione Atletica leggera (Fidal) per uno dei tracciati più utilizzati dai runners: il tratto di lungomare che va dalla rotonda di Porto d'Ascoli alla foce dell'Albula, quello dove il 22 maggio si svolgerà la manifestazione "Corri Martina"
...

La partenza della scorsa edizione di “Corri con Martina”

 

Dalla Federazione nazionale di Atletica leggera (Fidal) alla città di San Benedetto il riconoscimento e l’assegnazione della “Bandiera Azzurra”. Il motivo è la presenza di percorsi che soddisfano ogni esigenza dei runners, in questo caso uno dei tracciati più utilizzati: il tratto di lungomare che va dalla rotonda di Porto d’Ascoli alla foce dell’Albula (monumento di Ugo Nespolo).

 

Si tratta di un riconoscimento esclusivo che la Fidal assegna ai Comuni italiani che si distinguono per l’impegno nella promozione della pratica della corsa e del cammino, e della salute più in generale, quali strumenti di benessere e qualità della vita.  “Bandiera Azzurra” rientra all’interno della “Rete delle Città della Corsa e del Cammino”, progetto tra i cui obiettivi figurano la prevenzione del diabete nelle aree urbane e “Runcard”, programma della Federazione dedicato a tutti i runner.

 

Il tracciato “premiato” è lo stesso che anche quest’anno – domenica 22 maggio – caratterizzerà la gara “Corri con Martina”, organizzata come sempre dai Lions Club di San Benedetto, Ascoli, Amandola e Valdaso e dal Leo Club di Ascoli, con la collaborazione dell’associazione sportiva “Running Team d’lu Mont”, patrocinata dal Comune di San Benedetto. Un perfetto connubio tra manifestazione sportiva e sensibilizzazione sociale che coniuga anche la vision della “Bandiera Azzurra”, come sottolineato anche da due grandi campioni di atletica del passato.

 

Maurizio Damilano, campione olimpico di marcia a Mosca 1980: «È  bello che una manifestazione ormai entrata nella tradizione cittadina come “Corri con Martina” abbia  scelto di disputarsi sul percorso misurato e certificato da Bandiera Azzurra. Vuol dire che il seme lasciato a San Benedetto non è rimasto sterile e che il riconoscimento assegnato dall’Associazione dei Comuni Italiani (Anci) e dalla Fidal alle città più attive nell’attività della corsa e del cammino è diventato un richiamo davvero importante». 

 

Giacomo Leone, vincitore della Maratona di New York 1996: «Nel 2019 ho avuto il privilegio, a nome di Anci e Fidal, di consegnare al primo cittadino di San Benedetto la “Bandiera Azzurra” e ufficializzare il percorso che ne prendeva il nome. Come padrino dell’evento oggi mi rallegro nel sapere che, come tre anni fa, “Corri con Martina” torna a disputarsi su quello splendido tracciato diventato il simbolo dei sambenedettesi che corrono e camminano». 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X