Quantcast
facebook rss

Caso stadio, Gianni Balloni: «Mi devo ricredere, non solo non piovve ma neanche tuonò»

SAN BENEDETTO - Dopo le dichiarazioni di oggi del sindaco Antonio Spazzafumo, sulla querelle ecco l'intervento di Gianni Balloni, ex consigliere di Fratelli d'Italia, vice presidente della commissione d'inchiesta
...

 

Sulla questione stadio Riviera delle Palme di San Benedetto, dopo le dichiarazioni del sindaco Antonio Spazzafumo, delle Palme ecco la replica di Gianni Balloni, ex consigliere di Fratelli d’Italia, vice presidente della commissione d’inchiesta sulla vicenda.

Lo stadio Riviera delle Palme

«Sulla relazione stadio Riviera delle Palme mi devo ricredere, non solo non piovve ma neanche tuonò, erano solo timidi bisbigli corporali. Infatti or ora scopriamo che la grande battaglia sulla desecretazione si limitava a pubblicare la relazione senza i nomi, come dire che tutto è come prima, i Consiglieri e gli amministratori la conoscono nella sua interezza tutti gli altri si possono sbizzarrire con un po’ di gossip, ci si adegua ai talk show.

Ribadisco, siamo al Piunti bis senza Piunti e senza l’esperienza amministrativa che avrebbe permesso di non ripetere le mancanze che hanno poi portato alla bocciatura nel ballottaggio. Che dire infatti nel leggere che l’assessore alla cultura non sa spiegare cosa sia successo all’Amat per non avere San Benedetto alcun rappresentante nel direttivo, nel venire a conoscenza che i soldi per la ristrutturazione completa della piscina non ci saranno in quanto non più attingibili dal Pnrr, però verranno dirottati per ristrutturare il campo da Rugby Mandela, anzi no, sono fondi semplicemente dirottati senza scalo di atterraggio.

L’assessore al bilancio che elogia, appunto, il bilancio asserendo che negli ultimi tre anni lo stesso sia stato risistemato ergo, essendo in carica da sei mesi, ciò vuol dire che il merito sia della precedente amministrazione. I lavori del lungomare si bloccano perché il costo dei materiali è sensibilmente aumentato e quindi aspetteremo gli eventi, in compenso si metterà mano alla bocciofila e per evitare battute del tipo “datevi alle bocce” se ne farà altra e diversa destinazione».

 

Caso stadio, Spazzafumo: «Abbiamo desecretato la relazione, i nomi lasciano il tempo che trovano»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X