Quantcast
facebook rss

Monsignor Stefano Russo nominato vescovo di Velletri-Segni da Papa Francesco

L'ASCOLANO dal 2018 è segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana (Cei). Lo stesso Pontefice lo aveva nominato vescovo di Fabriano Matelica nel 2016. Ordinato sacerdote nel 1991 dal vescovo Morgante,  ad Ascoli è stato vice parroco a San Giacomo della Marca e parroco a San Pietro e Paolo. Compirà 61 anni il 26 agosto
...

Monsignor Stefano Russo

 

Papa Francesco ha nominato l’ascolano monsignor Stefano Russo – dal settembre 2018 segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana (Cei) – nuovo vescovo di Velletri-Segni, dove subentra a monsignor Vincenzo Apicella che ha raggiunto il limite dei 75 anni.

Stefano Russo è nato ad Ascoli il 26 agosto 1961, compirà dunque 61 anni fra tre mesi. Ha frequentato il Movimento Diocesano dell’Opera di Maria e, dopo aver conseguito il diploma di perito tecnico in telecomunicazioni, ha frequentato la Facoltà di Architettura a Pescara laureandosi nel luglio 1990 con una tesi di indirizzo storico. Ha iniziato il percorso formativo al sacerdozio al Centro Gen’s (Generazione Nuova Sacerdotale) di Grottaferrata e frequentato i corsi per il Baccalaureato in Teologia presso la Pontificia Università Lateranense. Il 20 aprile 1991 fu ordinato sacerdote ad Ascoli dall’allora vescovo Marcello Morgante.

Dal 1990 al 2007 è stato presidente della Commissione Arte Sacra e Beni Culturali della Diocesi di Ascoli e incaricato per i Beni Culturali Ecclesiastici della stessa Diocesi. Dal 1999 al 2001 amministratore parrocchiale di San Pietro a Castel San Pietro, dal 2005 al 2015 responsabile dell’Ufficio Nazionale Beni Culturali Ecclesiastici della Cei continuando a fare il vice parroco ad Ascoli a San Giacomo della Marca, poi il parroco a San Pietro e Paolo. Il 18 marzo 2016 Papa Francesco lo nominò vescovo di Fabriano-Matelica, poi il 28 settembre 2018 segretario generale della Cei dove subentrò a monsignor Nunzio Galantino.

Monsignor Russo ha espresso un «grazie di cuore a Papa Francesco che mi ha rinnovato la sua fiducia chiamandomi a questo nuovo incarico». E, rivolgendosi alla comunità di Velletri-Segni: «vengo tra voi consapevole della testimonianza di fede che mi è richiesta e nell’adesione piena alla volontà di Dio espressami da Papa Francesco cui, come Maria, ho risposto con il mio sì».

 

Un «grazie per la per la testimonianza di fede, di umiltà, di umanità oltre che di competenza» è giunto dal presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, e dai collaboratori della Segreteria generale della Cei.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X