Quantcast
facebook rss

Ciclismo: ad Ascoli l’epilogo della “Adriatica Ionica Race”

LE MARCHE ospitano le due tappe conclusive: martedì 7 giugno la Fano-Riviera del Conero e mercoledì 8 la Castelraimondo-Ascoli. Il presidente della Regione Acquaroli e gli assessori Castelli e Latini: “Lo sport per promuovere il territorio”. Organizzatore l'ex campione Argentin: “Marche vocate al ciclismo”. Una vetrina mondiale
...

Moreno Argentin e Guido Castelli nello stand Marche del Bit di Milano quando hanno presentato le tappe marchigiane della “Adriatica Ionica Race”

 

Le Marche ospiteranno il 7 e 8 giugno le due frazioni conclusive della gara ciclistica “Adriatica Ionica Race 2022”. Cinque tappe con partenza il 4 giugno in Friuli e arrivo ad Ascoli. Organizzatore è l’ex campione delle due ruote Moreno Argentin: «Le Marche sono una regione che mi ha dato ciclisticamente molto e conservo sempre dei bellissimi ricordi. A Senigallia presi la maglia rosa, vinsi sul Conero e anche tante tappe della Tirreno-Adriatico».

 

Martedì 7 giugno si corre la Fano-Riviera del Conero di 164,5 km con arrivo a Sirolo (Ancona), mercoledì 8 la Castelraimondo-Ascoli di 152,3 km.

 

Oggi mercoledì 25 maggio le ha presentate in Regione il presidente Francesco Acquaroli, presenti anche gli assessori ascolani Guido Castelli e Giorgia Latini.

 

Acquaroli: «Crediamo tanto nello sport come strumento di promozione del nostro territorio e il ciclismo. Siamo convinti che lo sport possa essere non solo uno strumento di promozione, ma anche di scoperta». Castelli: «La Regione da tempo ha sviluppato il progetto “Marche Outdoor” per esaltare il naturale connubio fra gli amanti della bici e le nostre colline, il mare, le bellezze. Il ciclismo è uno strumento per superare la soglia dei dieci milioni di turisti perché ha tanti appassionati e praticanti». Latini: «Dopo la Tirreno-Adriatico e il Girò d’Italia è il terzo evento internazionale ciclistico che mette in risalto le Marche. Attraverso lo sport riusciamo a valorizzare le nostre bellezze attraendo un grande turismo appassionato di ciclismo e gli altri settori economici beneficiano di questa visibilità offerta da questo sport».

 

Le immagini televisive saranno trasmesse in Italia da RaiSport ed Eurosport (in streaming sulla piattaforma Pmg Sport). Attraverso i canali Eurosport e GCN saranno visibili anche in altri Paesi europei, Asia, Area del Pacifico, Cina, Nuova Zelanda, India sub-continentale, America Latina e America Centrale.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X