Quantcast
facebook rss

Caro gasolio, situazione tesa: prosegue lo sciopero dei pescatori

SAN BENEDETTO - Sono circa 60, fra pescatori e armatori, i sambenedettesi che hanno aderito allo sciopero contro il caro gasolio, che nella mattina del 26 maggio si è spostato al porto di Ancona
...

I pescatori in sciopero al porto di San Benedetto contro il caro gasolio

 

di Giuseppe Di Marco

 

Pescatori e armatori ancora in trincea contro il caro gasolio: dopo il picchetto sulla banchina di San Benedetto, i lavoratori rivieraschi si sono spostati, nella mattinata di giovedì 26 maggio, al porto di Ancona.

 

Nello specifico, a recarsi sulle sponde doriche sono stati circa 60 sambenedettesi, a testimonianza di come la situazione sia oramai divenuta insostenibile. Dopo quasi una settimana di sciopero, in Riviera delle Palme si avverte ben più di qualche sporadico mal di pancia.

 

«Non possiamo andare avanti così – afferma Giuseppe Pallesca, presidente della Cooperativa Pescatori Progressolo abbiamo detto a Roma, abbiamo messo insieme anche le maestranze del Tirreno, adesso basta, bisogna rendersi conto che in questo modo non è possibile continuare. Il governo non sta facendo nulla per risolvere la questione e quindi la nostra categoria deve mostrarsi compatta. Ma non solo i pescatori: dovrebbero farlo tutti quanti, perché a rimetterci, in questa situazione, è un’intera economia, che include anche i meccanici e i commercianti ittici. In tal senso voglio dire che i commercianti che acquistano pesce d’importazione sputano sopra i nostri sforzi. Lo ripeto, questo è il momento di mostrarsi uniti».

 

Con l’asta ferma, anche buona parte dei commercianti partecipano alla protesta, coordinati da Lorenzo Marinangeli, consigliere comunale in quota Lega e presidente del Comitato Commercianti Ittici. Ad Ancona, invece giornata di cori e striscioni, con su scritte frasi come: “Siamo arrivati al collasso”, “Caro Gasolio, la pesca in ginocchio”, “State distruggendo la pesca”. Slogan difficili da equivocare, nella speranza che servano a smuovere le acque.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X