Quantcast
facebook rss

Fondazione Carisap, dall’assemblea escono fuori undici nuovi soci

ASCOLI - Il presidente Mario Tassi: «Siete i depositari delle origini e della storia della Fondazione. Una storia importante che rappresenta il vissuto di 180 anni di umanità e di responsabilità verso il nostro territorio. I presidenti che mi hanno preceduto hanno lavorato per lasciare una Fondazione in ottima salute» 
...

 

Il presidente Mario Tassi

Si è tenuta oggi lunedì 30 maggio ad Ascoli la prima assemblea dei soci della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli presieduta da Mario Tassi, che ha dichiarato: «Presiedo uno degli enti più importanti per la nostra comunità e non posso non pensare a chi, negli anni passati, con grande determinazione e con spirito di servizio, ha lavorato per lasciare una Fondazione in ottima salute sia per la parte finanziaria che per la parte organizzativa. Sono consapevole che da soli non si va da nessuna parte. Se vogliamo crescere e migliorarci, se vogliamo costruire nuove opportunità, è necessario il coinvolgimento di tutti, definendo bene ruoli e responsabilità. Lavorerò per ascoltare e fare sintesi, per aggregare ed unire».

 

L’assemblea è stata convocata per la verifica dell’operato degli organi della Fondazione in termini di giudizio etico con riferimento al bilancio 2021, per esprimere proposte e raccomandazioni in vista del piano pluriennale 2023-2025 ed eleggere il Collegio di presidenza e dodici candidati soci.

 

Sono risultati eletti i seguenti undici nuovi soci: Antonio Avolio, Claudio Bachetti, Daniela Carbone, Monica Mancini Cilla, Alessandro Mariucci, Luigi Olivieri, Francesca Pantaloni, Enrico Pellegrino, Pierluigi Pelliccioni, Gianfranco Priori, Lina Vitali.

 

L’assemblea, oltre ad esprimere parere positivo sul bilancio 2021, ha espresso alcune raccomandazioni in riferimento alle priorità di intervento per il triennio 2023-2025, chiedendo di porre particolare attenzione a soluzioni innovative rivolte agli anziani non autosufficienti e alla promozione dell’attrattività del territorio, anche attraverso la valorizzazione della cultura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X