Quantcast
facebook rss

Inclusione e rispetto per l’ambiente: i ragazzi di quarta elementare di Comunanza hanno le idee chiare

PRIMI classificati sia al concorso indetto dal Bim (per "originalità" e che ha visto piazzarsi al terzo posto gli alunni della primaria di Force) che al Bottle Story, per cui hanno realizzato il terzo ed il quinto capitolo
...

 

I ragazzi della quarta A e B della primaria di Comunanza

 

Fanno le elementari ma sono già attenti a temi importanti come l’inclusione ed il rispetto per l’ambiente. Non solo, ci hanno lavorato sopra, con dedizione, utilizzando poi la fantasia di bambini per farne scritti e disegni.

Sono i piccoli alunni di quarta A e B della scuola primaria “Ghezzi” di Comunanza, che si sono aggiudicati il primo premio, per la categoria “originalità”, del concorso “Inclusivi di natura, premio Antonio Forlini” indetto dal Bim Tronto.

 

I ragazzi della scuola elementare di Force

Terzi classificati, con l’elaborato dal titolo “Diversità in sinfonia”, i piccoli “colleghi” della scuola di Force, guidati dalle insegnati Loredana Piermarini e Roberta Franchi, insieme a tutte le docenti del plesso.

 

Entrambi i plessi fanno parte dell’Istituto comprensivo interprovinciale dei Sibillini.

 

Non hanno fatto in tempo a godersi gli allori del premio che i ragazzi di quarta di Comunanza, hanno avuto un’altra bella notizia: primi classificati nel concorso Bottle Story (consorzio recupero vetro), opera editoriale per cui hanno prodotto il terzo ed il quinto capitolo (leggi qui). E 3.000 euro che l’istituto potrà spendere per materiale didattico.

Il delicato tema dell’inclusione, per i ragazzi della “Ghezzi”, è stato trattato prendendo spunto dalle stelle, dalla loro diversità che le rende uniche. Non sono mancate, nel libro, citazioni di autori importanti, fino a Dante, da cui è stato tratto il titolo del libro vincitore: “L’amor che move il sole e l’altre stelle”.

 

Ben chiaro il messaggio, di certo per i ragazzi: «Non si devono eliminare le diversità ma renderle risorse. Come le stelle del firmamento, diverse e bellissime formano le galassie, così i nostri bambini unici e straordinari formeranno una società migliore», sintetizzato dalle insegnanti Cesarina Gesuè e Maria Paola Pierdominici.

Alla premiazione del concorso del Bim, c’erano il presidente Luigi Contisciani, i sindaci di Comunanza Alvaro Cesaroni -insieme con l’assessore all’Istruzione Francesca Perugini – e di Force Amedeo Lupi.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X