Quantcast
facebook rss

Nasce il parco “Giuseppe Marinucci”: le opere del grande artista al Forte Malatesta

ASCOLI - Uno spazio espositivo esclusivo, ricavato nel fossato che circonda la struttura, ospiterà le splendide sculture in ferro donate alla città dal figlio Giacomo. Inaugurazione in programma sabato 25 giugno alle 18,30
...

Un’esposizione esclusiva nel cuore della città, allestita nella splendida cornice del Forte Malatesta, con cui Ascoli intende rendere un doveroso omaggio a Giuseppe Marinucci.

Una delle opere di Giuseppe Marinucci donate alla città dal figlio Giacomo

L’artista ascolano, straordinario interprete dell’arte novecentesca apprezzato a livello nazionale e internazionale, fa così ritorno nella città in cui è nato, cresciuto e ha svolto parte della sua attività artistica – ancora oggi ben visibile all’interno della chiesa dei Frati a porta Maggiore, a San Giacomo della Marca e nel chiostro di San Francesco, tanto per citare alcune delle location che ospitano le creazioni del maestro – grazie al generoso gesto del figlio Giacomo, che ha scelto di donare alcune sculture in ferro di Marinucci al Comune di Ascoli.

 

Al termine di uno scrupoloso lavoro di sabbiatura, l’Arengo ha individuato nel fossato del Forte Malatesta il luogo ideale in cui ritagliare uno spazio interamente dedicato e intitolato al grande artista ascolano, dando così vita a un suggestivo percorso tra le figure originali e sinuose create dalla poliedrica arte del maestro.

 

Il parco “Giuseppe Marinucci” sarà ufficialmente inaugurato sabato 25 giugno alle ore 18,30, nell’ambito di una cerimonia che contribuirà a conservare e tramandare il ricordo tra le nuove generazioni di un simbolo della creatività ascolana conosciuto in tutto il mondo.

«Abbiamo voluto rendere omaggio a un grande artista ascolano come Giuseppe Marinucci – dichiara il sindaco Marco Fioravantidedicando a lui questo parco e collocando le opere in un luogo suggestivo come il Forte Malatesta.

 

In questo modo vogliamo portare avanti una strategia più ampia: raccogliere ed esporre le opere dei grandi artisti ascolani, dedicando uno spazio specifico all’interno della Galleria d’arte contemporanea Osvaldo Licini».

 

«Dopo i primi colloqui con il figlio Giacomo ci siamo subito messi al lavoro per dedicare all’artista uno dei luoghi più suggestivi di Ascoli – aggiunge l’assessore comunale Donatella Ferretti -. Ora, con questa inaugurazione, daremo uno spazio di rilievo a Marinucci e alle sue sculture in ferro, che rappresentano un bene prezioso dell’arte ascolana».





© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X