Quantcast
facebook rss

Pronto Soccorso in grave affanno, Bottiglieri: «Si prospetta un’interruzione di pubblico servizio»

SAN BENEDETTO - L'estate è arrivata: il personale ordinario e medici della cooperativa non riuscirebbero a coprire i codici. La guardia medica turistica non è ancora stata attivata: i consiglieri invieranno un sollecito alla Regione e all'Asur
...

La consigliera Aurora Bottiglieri (Pd, Articolo Uno e Nos)

 

di Giuseppe Di Marco

 

Organico a metà, guardia medica ancora non attivata: il Pronto Soccorso dell’ospedale Madonna del Soccorso è in grave affanno e per ottenere risposte i consiglieri di San Benedetto scriveranno all’Asur e alla Regione per sollecitare le autorità a dare una risposta certa sul ripristino immediato dei servizi.

«In questo momento c’è una grave emergenza – commenta la consigliera Aurora BottiglieriIl Pronto Soccorso è sull’orlo di una crisi isterica: le file, con l’arrivo dell’estate, stanno aumentando pericolosamente. Invece di 19 medici ce ne sono 10. Delle cooperative ce ne sono 2 delle cooperative, e riuscirebbero a coprire solo alcune notti. Un medico fa l’urgenza, uno l’ambulatorio, ma manca il terzo medico. Dobbiamo pensare ad un intervento per interruzione di pubblico servizio. Va anche detto che mancano i medici per attivare la guardia medica turistica, e la stagione è partita già da 20 giorni».

Tutto ciò è emerso durante un incontro informale fra i consiglieri del Comune di San Benedetto, nel quale Annalisa Marchegiani (Verdi) ha proposto di depositare un esposto in Procura per interruzione di pubblico servizio. La posizione presa dal Consiglio, al termine del rendez vous, si è attestata sulla necessità di inviare al più presto un sollecito all’autorità sanitaria e regionale per ottenere il ripristino immediato del servizio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X