Quantcast
facebook rss

La Lega bacchetta i fuoriusciti, Maravalli: «Avulsi dalla realtà di partito»

SAN BENEDETTO - Il vertice della Lega replica agli attacchi di Falco, Oddi e Lattanzi, contrari all'epilogo del congresso, che ha confermato Laura Gorini a capo del coordinamento locale
...

Roberto Maravalli, segretario provinciale della Lega Ascoli Piceno

 

di Giuseppe Di Marco

 

La replica del commissario provinciale della Lega, Roberto Maravalli, agli attacchi dei tre tesserati fuoriusciti, non si è fatta attendere.

 

«I tre tesserati di San Benedetto che hanno lasciato la Lega parlano di mancanza di democrazia interna e di progetto – risponde Maravalli a Rosaria Falco, Antonio Lattanzi e Antonio Oddiè evidente che sono avulsi tanto dalla realtà di partito che da quella cittadino visto che la Lega è impegnata a portare la voce dei sambenedettesi nella filiera di governo, a partire dal Consiglio comunale. Onestà vorrebbe che ammettessero la legittima delusione per l’ulteriore sconfitta anziché addurre fantomatiche mancanze».

 

I tre ex membri della Lega hanno detto addio sbattendo la porta, descrivendo il recente congresso, che ha confermato Laura Gorini a capo del coordinamento locale, un passo per nulla rappresentativo delle istanze rivierasche.

 

«L’adesione ad un partito comporta l’accettazione delle sue regole che nella Lega sono, anzitutto, confronto democratico sempre e comunque per arrivare ad una sintesi – continua Maravalli – Abbiamo intrapreso un percorso che porterà i suoi frutti nel tempo necessario: la responsabile della Lega San Benedetto Laura Gorini, insieme al nostro Consigliere Comunale Lorenzo Marinangeli, da me coordinati, stanno lavorando a pieno ritmo sulle tematiche cittadine di cui l’ospedale è, per quanto importantissimo, solo una parte. L’ex consigliera Falco ha puntato tutto sulla contrapposizione in tema di sanità per ottenere un consenso elettorale che non è arrivato. Si chieda perché – conclude Maravalli – La Lega è e sarà sempre dalla parte dei cittadini in maniera seria ed equilibrata, aprendosi al contributo fattivo di tutti coloro che guardano ai progetti per la città, non all’affermazione personale».

 

A dare manforte a Maravalli è il consigliere comunale Lorenzo Marinangeli: «Oggi la Lega sambenedettese è come una pianta che ha perso dei rami malsani – dice il leghista – Il nostro è un partito sano, serio e che vuole il bene della Riviera. Che va d’accordo, è compatto, ed è pieno d’entusiasmo. Ci sono dei personaggi che non sono stati eletti, e che scaricano su di noi le proprie delusioni e frustrazioni. Ora se ne sono andati ed è meglio così: ci hanno creato solo fastidi e ostacoli».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X